Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Lo Spesometro Indaga Sulle Scuole Private Italiane


7 maggio 2012 ore 15:43   di pierluigicrivelli  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 592 persone  -  Visualizzazioni: 1013

Lo spesometro colpisce ancora : questa volta a farne le "spese" sono le scuole private e la loro gestione. La denuncia parte naturalmente dall'ambiente cattolico, da sempre sinonimo nel nostro Paese di istruzione d'elite, tradizionalmente separata dalla comune scuola pubblica.

Mandare i propri figli in un istituto privato comporterebbe sospetti di evasione fiscale o, perlomeno, può essere usato, insieme ad altri dati, dall'amministrazione fiscale per stabilire se un contribuente è ricco o no. A dire il vero, le rette scolastiche erano già incluse nello spesometro "edizione 2011", ma da quest'anno scatterebbe l'obbligo di segnalare alle Agenzie delle Entrate non solo l'importo della retta mensile ma tutto ciò che una famiglia versa all'Ente scolastico anche per tutti gli altri servizi direttamente collegati come la mensa, il doposcuola o corsi supplementari pomeridiani non previsti dal normale programma scolastico.


Tale provvedimento non ha mancato di suscitare polemiche soprattutto per il confronto che inevitabilmente nasce con i ragazzi che frequentano le scuole pubbliche : ci si chiede infatti se sono solo gli alunni degli istituti privati a mangiare mentre i figli dei "poveri" sono costretti invece a digiunare.
Oppure, per ciò che riguarda il servizio del doposcuola, si rammenta che molti genitori che lavorano full-time, assumono ugualmente delle "baby sitter" che devono essere comunque pagate.

Inoltre, per molte famiglie, il pagamento della retta scolastica non è propriamente un "lusso" ma si tratta di una somma accantonata con sacrifici, pur di vedere i propri ragazzi proseguire brillantemente nella loro carriera scolastica.

Lo Spesometro Indaga Sulle Scuole Private Italiane

D'altro canto, la reazione della Chiesa, in proposito, non poteva che essere negativa, in quanto la maggioranza degli istituti scolastici privati italiani sono attualmente gestiti da Enti religiosi ; si teme che la nuova misura adottata dalle Agenzie delle Entrate finirà per penalizzare la loro gestione, causando una sensibile diminuzione delle iscrizioni scolastiche.

Se poi pensiamo che, trent'anni fa nel 1991, le scuole cattoliche in Italia erano circa 11.000 e che nel 2009 si erano ridotte a poco più di 7.000, appare inevitabile che questo provvedimento finirà per influenzare ulteriormente in negativo la situazione della scuola privata.

Articolo scritto da pierluigicrivelli - Vota questo autore su Facebook:
pierluigicrivelli, autore dell'articolo Lo Spesometro Indaga Sulle Scuole Private Italiane
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione