Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

A Malta E' Ora Possibile Divorziare: Approvata La Nuova Legge


26 luglio 2011 ore 13:51   di grg  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 323 persone  -  Visualizzazioni: 633

Anche nella piccola isola-Stato di Malta, è diventato legale il divorzio. Il 25 luglio il Parlamento ha definitivamente approvato la legge che autorizza le coppie a divorziare. Un evento storico per l'isola, che era l'ultimo Paese al mondo insieme alle Filippine, in cui tale procedura non era ammessa.

Situata nel mar Mediterraneo, tra la Sicilia e la Libia, Malta ha poco più di 400.000 abitanti, ed è uno stato in cui la religione cattolica è fortemente permeante la cultura e la politica. L'ostracismo della parte più tradizionalista della popolazione e, conseguentemente, della politica al potere, ha di fatto boicottato la legge per decenni.


Anche in Italia l'iter per rendere legale il divorzio è stato lungo e travagliato. Un primo tentativo venne fatto nel lontano 1878 ad opera del deputato Salvatore Morelli, il quale non desistette dopo il fallimento, ripresentando dopo soli due anni un progetto di legge in Parlamento, senza ottenere nessun risultato.

La strada era però ormai aperta, ed il problema sociale legato alla possibilità di divorziare non era più ignorabile.Dopo svariati tentativi, tutti caduti nel vuoto, in Italia venne approvata la legge sul divorzio il primo dicembre 1970. Dopo infinite polemiche e ricorsi contro la legge, il referendum abrogativo tenutosi nel 1974 bocciò definitivamente ogni tentativo di soverchiare la legge.

Malta, come l'Italia in precedenza, ha dovuto lottare strenuamente per ottenere ciò che quasi ovunque dimori la democrazia è ormai un diritto: scegliere come vivere la propria vita a due.

Articolo scritto da grg - Vota questo autore su Facebook:
grg, autore dell'articolo A Malta E' Ora Possibile Divorziare: Approvata La Nuova Legge
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione