Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Matrimonio: Conviene Veramente?


10 aprile 2011 ore 15:02   di acquadalsole77  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 302 persone  -  Visualizzazioni: 516

Le nozze calano, i divorzi aumentano. Sarà mica perchè le donne hanno capito che in molti casi il matrimonio è una fregatura? Da un recente sondaggio, il 55% è la percentuale di donne italiane che sogna ancora il matrimonio. Tra le realizzate sul lavoro il campione scende ulteriormente: lo desidera solo il 47,6% , non lo vuole il 46,8%. Ecco che cosa dicono gli esperti. E perchè alla fine, ci sposiamo lo stesso!

Brad & Angelina, Alena Seredova e Gigi Buffon, per non parlare dell'attesissimo matrimonio reale William E Kate: sembra proprio che in questo 2011 le celebrities non facciano altro che sposarsi. Invece noi comuni mortali lo facciamo sempre meno: il tasso di nuzialità in Italia è passato dal 4,9 per mille del 2006 al 3,8 del 2009 (Istat). E solo una su due sogna l'anello al dito (Censis). Perchè? Semplice: alle donne non conviene. Questa è la tesi di Elizabeth Gilbert (quella del best seller Mangia prega ama) che nel suo libro inchiesta appena uscito, Giuro che non mi sposo parla di marriage benefit imbalance. ovvero lo squilibrio dei vantaggi. Dove gli svantaggi, manco a dirlo, sono tutti per le donne: le sposate hanno meno successo sul lavoro (secondo il settimanale The Economist le single guadagnano più di chi tiene famiglia), sono più infelici e più stressate.


Gli uomini invece, vincono al lotto: gli ammogliati vivono più a lungo degli scapoli, diventano più ricchi, bevono e si drogano di meno. Secondo una ricerca del Censis, inoltre, le donne sposate italiane dedicano alle cure familiari 5 ore e 20 minuti al giorno contro un desolante tempo di 1 ora e 35 minuti degli uomini. E tutto perchè, secondo uno studio della George Mason University, l'unione matrimoniale spingerebbe i due partner a impersonare ruoli più coerenti con gli stereotipi tradizionali.

La bella notizia? E' proprio su questo livello che si può agire per eliminare le fregature del matrimonio. Se il partner è maturo, coinvolto, propositivo, gli svantaggi si azzerano. E poi non bisogna dimenticare che dopo il sì le responsabilità e i doveri raddoppiano, ma aumentano anche le occasioni piacevoli. Altro elemento: la via d'uscita c'è sempre. Oggi sappiamo che il matrimonio non è indissolubile: tra il 1996 e il 2006 i divorzi sono aumentati del 51,4 % (Istat). E sono soprattutto le donne a rivolgersi a un avvocato per mettere fine all'unione. Insomma, se stai organizzando il tuo matrimonio, vai tranquilla...in fondo anche la Gilbert, alla fine del libro, si sposa!

Articolo scritto da acquadalsole77 - Vota questo autore su Facebook:
acquadalsole77, autore dell'articolo Matrimonio: Conviene Veramente?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione