Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Maturità E Immaturi. La Bocciatura Serve Davvero?


22 giugno 2011 ore 14:53   di stefanowrite  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 403 persone  -  Visualizzazioni: 636

Non è l'esame di maturità in se per se che dimostra quanto un ragazzo sia maturo, sia ceresciuto, sia pronto per il mondo del lavoro. Questo lo sappiamo tutti. Certo, superare questa tappa, però, è indice di impegno, dedizione, volontà. Ma chi associa il superamento dell'esame di maturità alla acquisizione anche della maturità biologica, allora sbaglia.

Quante volte abbiamo visto i primi della classe prendere voti alti, superae l'esame di stato in modo brillante, ma talmente timidi e impacciati da non riuscire poi a sfondare nel mondo del lavoro? E quante volte abbiamo visto ragazzi esuberanti senza voglia di studiare ma dalle indubbie capacità? Quello dell'esame di maturità è un crocevia ideato convenzionalmente come spartiacque di quella crescita fisiologica che prima o poi riguarda tutti i ragazzi. Allora a cosa serve bocciare uno studente che non è assolutamente interessato al latino piuttosto che alla chimica o alla ragioneria? Non vi è dubbio che l'essere respinto fa nascere (o almeno dovrebbe) dentro di se un moto di rivalsa, di vergogna e di inadeguatezza. Ed è proprio questa responsabilizzazione che trasforma un ragazzo immaturo in uno maturo.


Ma sarà poi vero? Forse oggi si. Se giudichiamo la voglia media dei nostri adolescenti, il loro disinteresse ai valori di riferimento, la poca ambiziosità, probabilmente quel moto di rivalsa di cui s'è appena detto suona con una crescita, una inversione di tendenza. Ma da qui a parlare di maturità ce ne vuole. Anche perchè si incontrano persone ben adulte ma ancora infantili, povere dentro e tutt'altro che acute. La verità è che ognuno ha le propie capacità innate. Qualcuno le sviluppa prima, altri dopo, ma qualcuno non le ha proprio, anche se a suo tempo ha superato l'esame di maturità. Ma la nostra società ha bisogno di punti di riferimento, di momenti convenzionalmente decisivi, come, appunto, quello dell'esame di maturità, che non a caso è a ridosso del compimento della maggiore età.

Anche su questo punto ci sarebbe molto da dire se consideriamo l'incoscienza di molti ragazzi non appena presa la patente o dei loro gesti di bullismo. E allora ben venga la bocciatura, rimasto (una volta eliminato il servizio di leva obbligatorio) forse uno degli unici momenti in grado di far crescere e maturare un pochino la difficile gioventù di oggi. Naturalmente per molti non serve proprio a nulla, anche perchè se non riescono proprio a superare questo scoglio i genitori parcheggiano i propri figli presso scuole private, dove di fatto ci si compra il diploma. Ecco, anche qui bisognerebbe intervenire. Infatti, visto e considerato che la bocciatura rimane uno degli ultimi strumenti correttivi, obbligare i ragazzi a conquistare la propria maturità da soli, con il proprio sacrificio, sarebbe una prima decisiva lezione di vita che li aiuterebbe davvero a crescere. Ma se proprio non riescono non dobbiamo accanirci, anche perchè poi può accadere che i figli vivano al contrario questo mancato raggiunto obiettivo come un vero fallimento.

Maturità E Immaturi. La Bocciatura Serve Davvero?

E talvolta la paura di aver dato un grosso dispiacere ai genitori li spinge anche a gesti inconsulti. Quindi lasciamo crescere i nostri figli da soli, diamogli tutto il nostro supporto, ma non carichiamoli di troppe responsabilità. L'importante è inculcare i valori giusti sin dalla nascita, educarli a dovere e non perderli mai di vista. Se poi si perde un anno, non importa, c'è tutta la vita davanti e non è detto che tutti maturino alla stesso momento. L'esempio di poeti e scrittori bocciati alle superiori è emblematico. Viva la scuola.

Articolo scritto da stefanowrite - Vota questo autore su Facebook:
stefanowrite, autore dell'articolo Maturità E Immaturi. La Bocciatura Serve Davvero?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione