Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Milly Carlucci Contro Barbara D' Urso, Volano Gli Stracci In Tv


8 luglio 2011 ore 17:00   di Montalbano  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 757 persone  -  Visualizzazioni: 1118

Non e' una di quelle notizie, che fanno perdere il sonno agli Italiani, alle prese con ben altri problemi, a cominciare da una Finanziaria che minaccia di fare strame di interi comparti dello Stato, a partire da scuola e sanità, però credo che dovrebbe essere oggetto di un minimo di attenzione, in un momento in cui un professionista come Michele Santoro rischia d finire al bando dei palinsesti autunnali. La conduttirice di "Ballando con le stelle", Milly Carlucci. ha dato mandato al suo legale di intentare un’azione legale contro Mediaset per bloccare la messa in onda del programma di Canale 5 "Baila!."

Condotto da Barbara D’Urso a partire dal prossimo autunno il talent show segue un gruppo di vip mettersi alla prova con la danza e improvvisarsi ballerini sotto la guida di un coach. Un formato che, in effetti, ricorda sin troppo da vicino quello condotto su Rai1, ormai da sette anni, da Milly Carlucci. Anche se la dirigenza della rete commerciale, si affanna a dichiarare di aver semplicemente proposto l'ennesimo format acquistato all'estero.


Non è la prima volta che un programma RAI, viene proposto tale e quale, dal concorrente, come del resto non è la prima volta che un programma Mediaset, viene duplicato, sic et simpliciter, dall'emittente di Stato. E' un gioco di specchi al ribasso che ha ormai portato il panorama audiovisivo italiano in stato precomatoso. Ci sono intere serate della settimana, nelle quali è praticamente impossibile distinguere una rete dall'altra. Se la prima rete della RAI programma un film importante, l'ammiraglia Mediaset risponde con un film non meno importante. Su RAI2 c'è il talent show? Allora si può essere certi che Rete4, risponderà con un altro talent show. E via di questo passo, con i telespettatori in ostaggio di una TV che non sa più proporre, ormai da decenni, programmi innovativi e di qualità, fatte salve le dovute eccezioni che, però, si possono contare sulle dita di una mano.

In un panorama siffatto, sembra veramente una beffa quella rappresentata dalla quasi certa espulsione di Michele Santoro dal panorama audiovisivo, che, piaccia o meno, fa comunque un tipo di trasmissione che ha una sua qualità e che incontra i gusti del pubblico. E se si pensa che anche Milena Gabbanelli, col suo Report, è a rischio di chiusura, verrebbe quasi da domandarsi se vale ancora la pena avere in casa un apparecchio TV o sia ormai arrivato il momento di concludere che lo stesso, non è più quello strumento di crescita culturale che è stato nei decenni successivi alla guerra, quando la RAI concorse alla unificazione linguistica del paese. E in una situazione di questo tipo, non può che tornare alla mente la famosa barzelletta in cui un signore, rispondendo al telefono, alla domanda su chi sia, si sente dire: "E' la televisione..."
"Un momento, che le passo il frigorifero...", è la fulminante risposta. Siamo arrivati veramente a questo livello? Credo che la risposta sia pleonastica.

Articolo scritto da Montalbano - Vota questo autore su Facebook:
Montalbano, autore dell'articolo Milly Carlucci Contro Barbara D' Urso, Volano Gli Stracci In Tv
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione