Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Novità In Arrivo Per La Bolletta Dell' Energia


14 febbraio 2015 ore 16:21   di informazionepubblica  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 242 persone  -  Visualizzazioni: 377

L’autorità per l’energia si è prefissata un obiettivo che è intenzionata a portare a termine: la tariffa elettrica non aumenterà più progressivamente in base ai consumi. L’Autorità per l’energia ha portato in consultazione un documento e propone una rivoluzione delle bollette da gennaio 2018. L’autorità vuole usare un sistema tariffario obsoleto.
Il sistema tariffario attuale è stato introdotto circa 40 anni fa: si era impostato un programma di austerità energetica che per l’elettricità prevedeva una penalizzazione per chi aumentava i propri consumi, attraverso bollette con prezzi impostati secondo una logica progressiva, con sussidi incrociati e redistribuzioni tra gruppi di clienti.

Il documento messo a consultazione dall’Autorità propone una serie di possibili e diverse opzioni, ma ne suggerisce una in particolare, per cui le tariffe di rete sono uguali per tutti e non più progressive (applicate con un corrispettivo fisso annuo per ogni utenza, sulla potenza impegnata e sui consumi effettivi) e l’ammontare necessario alla copertura degli oneri generali viene caricato per il 50% in base alla potenza e il 50% sui consumi, differenziando tra residenti e non residenti il corrispettivo per potenza impegnata.


Invariata la bolletta del consumatore medio – Una soluzione del genere manterrebbe sostanzialmente invariata la bolletta del consumatore medio che passerebbe da 438 a 443 euro l’anno.
I maggiori benefici sarebbero invece proprio per chi è residente e ha una potenza impegnata fino a 6kW e consumi fino a 6.000 kWh, categoria nella quale dovrebbero rientrare per l’appunto le famiglie numerose, che risparmierebbero la bellezza di 618 euro.

La categoria del "famoso single" con potenza di 3kW e consumi fino a 1.500 kWh, pagherebbe 74 euro in più; anche chi ha consumi leggermente superiori, fino a 2.200 kWh, sborserà un pò di più (44 euro).
La categoria più svantaggiata dal nuovo sistema sarebbe invece il cliente non residente con consumi fino a 900 kWh ( 129 euro), mentre i non residenti con consumi alti (fino a 4.000 kWh) risparmierebbero 188 euro.
La riforma proposta dall’Autorità, comunque, non è proprio dietro l’angolo. Se i tempi della consultazione sono piuttosto brevi (fino al 16 marzo), quelli del nuovo sistema sono parecchio più lunghi (dal primo gennaio 2018).

Articolo scritto da informazionepubblica - Vota questo autore su Facebook:
informazionepubblica, autore dell'articolo Novità In Arrivo Per La Bolletta Dell' Energia
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione