Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Omicidio Sarah Scazzi - Ancora Sorprese E Colpi Di Scena!


20 ottobre 2010 ore 10:09   di blackstar  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 1963 persone  -  Visualizzazioni: 2733

Ennesimo risvolto sorprendente da Avetrana: Michele Misseri, secondo i magistrati, stava dormendo mentre Sarah veniva strangolata. Il lavoro di indagine, capillare e febbrile svolto fin qui, ha convinto gli inquirenti che è in questa direzione che vanno cercate le conferme utili a chiudere il caso Sarah Scazzi.

Infatti asseriscono alcuni degli investigatori che lo zio di Sarah si sarebbe "occupato" del solo occultamento del cadavere e non dell'uccisione che, se confermato, sarebbe opera soltanto di Sabrina. Si tratta di un nuovo e ulteriore colpo di scena prodotto, se comprovato, da alcune intercettazioni e testimonianze. L'ultimo a confermare che «a quell'ora Michele di sicuro dormiva» è stato due giorni fa il suo più caro amico. Da tutti conosciuto come Cosimino o Mimmino, vive poco lontano dalla cisterna d'acqua piovana nella quale Michele ha gettato il corpo di Sarah. Ben a conoscenza delle sue abitudini - «perché la mattina si alza sempre alle 3.30-4 per andare a lavorare nei campi». Un rapporto amicale che è durato fino al giorno del ritrovamento del cellulare di Sarah, il 29 settembre.


Dai dati telefonici vagliati dagli investgatori risulta che i due erano in contatto e si sono sentiti pure la sera del 26 agosto quando Sarah era morta da poche ore. Fu Michele a telefonare a Mimmino. Per dirgli cosa? E perché dal 29 settembre alla sera del 6 ottobre (giorno del fermo del Misseri) Mimmino ha chiuso completamente i contatti? «Perché dopo la storia del telefonino mi sono spaventato e ho pensato che lui avesse qualcosa a che fare con la scomparsa di Sarah» ha dichiarato ai magistrati in veste di testimone. E' lui al quale telefona Michele Misseri , dopo il ritrovamento «casuale» del cellulare di Sarah, per sentirsi dire «non mi chiamare più». Un altro particolare interessante deriva dal fatto che il telefonino di Mimmino il pomeriggio dell'omicidio ha agganciato la stessa cella della zona del pozzo in cui è stato ritrovato il cadavere di Sarah. «Ero a casa», la sua versione, e casa sua in effetti aggancia la cella dell'area del pozzo. C'è dell'altro che deve dire?

Omicidio Sarah Scazzi - Ancora Sorprese E Colpi Di Scena!

Dunque, se Michele Misseri non è stato l'attore principale nell'omicidio vuol dire che Sabrina avrebbe fatto tutto da sola. L'avvocato Daniele Galoppa, difensore di Misseri, aveva già asserito, giorni orsono: «il mio assistito è molto più lineare quando descrive le fasi dell'occultamento del cadavere che non quando racconta dell'omicidio», il che preannuncia una possibile ritrattazione sulla parte che riguarda l'omicidio in se.Il quadro che ne deriva sembrerebbe chiaro: Michele Misseri avrebbe dichiarato il falso per troppo amore verso la figlia, vera autrice dell'uccisione di Sarah. Nella sua ultima versione, la svolta è arrivata mentre parlava di come aveva occultato il corpo di Sarah in garage, quando la figlia Sabrina si è palesta per chiedergli se avesse visto Sarah. «Era nascosta sotto un cartone e c'erano le sue infradito fuori, meno male che Sabrina non le ha viste...». Ma il PM: «A chi la racconta signor Misseri, ci dica la verità». Poco dopo Sabrina era sulla scena dell'inchiesta come carnefice.

Tutto da decifrare il ruolo di Cosima, il vero punto di riferimento della famiglia, lo scoglio dove aggrapparsi nei momenti difficili. Da qui gli interrogativi legittimi degli investigatori, che si chiedono come poteva non sapere? Michele Misseri giorno dopo giorno si trasforma da carnefice a vittima delle circostanze: «Io in casa non contavo nulla, mangiavo con le mani e lavavo i piatti che mia moglie e mia figlia avevano usato, dormivo da tempo su una sedia».

Prende sempre più piede la teoria secondo cui le donne della famiglia sarebbero oltremodo implicate: sul cellulare, nella parte interna, ci sarebbero impronte non di Sarah. E di sicuro l’intercettazione ambientale in cui Sabrina si chiede perché «ha fatto trovare il cellulare, il giorno prima lo abbiamo toccato tutti quel telefono, ci sono anche le nostre impronte», può essere interpretata in questa chiave. E ulteriori accertamenti potrebbero essere compiuti già dalla prossima settimana, come riferisce il generale Luciano Garofalo, ex comandante del Ris di Parma e consulente dei legali della famiglia Scazzi.

Omicidio Sarah Scazzi - Ancora Sorprese E Colpi Di Scena!

Sabrina continua a proclamarsi, e con forza, innocente. La sua difesa intanto si prepara alla guerra sostenendo che non si può credere a chi cambia tante versioni. D'altronde gli indizi a carico della ragazza rimangono tali, lungi da diventare prove schiaccianti. Iniziando dalle intercettazioni ambientali, ma anche dalla sequenza famosa di sms tra Sabrina e Mariangela che proverebbero solo che quel giorno Sabrina progettava di andare al mare con la cugina e le amiche. Avrebbe dato appuntamento a una testimone, Mariangela, se avesse avuto intenzione di commettere un delitto, o di avere un duro faccia a faccia con Sabrina? Non dimenticando che Misseri è molto restio ad accettare un confronto con la figlia, e questo di sicuro non è un segnale di sicurezza, ma la possibilità di una sua ritrattazione. Tutti questi sono dubbi solidi, che hanno costretto il gip a temporeggiare prima di decidere, oggi, sulla custodia cautelare in carcere. Intanto Michele Misseri si prepara a rilasciare ulteriori dichiarazioni che lasciano presagire gli ennesimi colpi di scena di una "traginovela" purtroppo infinita.

Articolo scritto da blackstar - Vota questo autore su Facebook:
blackstar, autore dell'articolo Omicidio Sarah Scazzi - Ancora Sorprese E Colpi Di Scena!
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione