Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Pensioni 2011 Tra 'quote' E 'finestre Mobili'


17 gennaio 2011 ore 22:50   di pennettainformata  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 959 persone  -  Visualizzazioni: 1414

Tutti i lavoratori, dipendenti o autonomi, che raggiungono i requisiti anagrafici e contributivi per richiedere la pensione di anzianità possono ottenere la liquidazione della relativa somma a loro spettante nel rispetto di quelle che vengono definite finestre di accesso. Dal 1° gennaio 2011 sono entrate in vigore alcune novità previste dalla legge 247/2007 e dalla manovra anticrisi del maggio 2010 (ovvero il decreto legge 78/2010). La differenza sostanziale sta nel passaggio dalle finestre fisse (periodi stabiliti) alle nuove finestre mobili che sono calcolate per ciascun lavoratore. Vediamo quali sono i nuovi requisiti necessari dal 1° gennaio di quest’anno.

Seguendo il nuovo “sistema delle quote”, i lavoratori dipendenti matureranno i requisiti al raggiungimento della quota 96, ovvero con età minima anagrafica di 60 anni e 36 anni di contributi. Il lavoratore dipendente che ha maturato i requisiti potrà andare in pensione 12 mesi dopo (finestra mobile perchè calcolata per il singolo lavoratore). Ciò vuol dire che un lavoratore che perfeziona ad esempio i requisiti entro il 31 marzo 2011 riceverà la somma spettante a titolo di pensione a partire dal 1 aprile 2012.


Per i lavoratori autonomi la quota sale a 97, con età minima è di 61 anni e 36 anni di contributi. Per questa categoria i tempi di attesa si allungano maggiormente rispetto ai lavoratori dipendenti. Gli autonomi dovranno infatti aspettare 18 mesi dalla maturazione dei requisiti, prima che la somma a loro spettante a titolo di pensione venga corrisposta.

Per il raggiungimento della quota, il periodo contributivo deve essere calcolato escludendo le contribuzioni figurative per disoccupazione ordinaria e malattia. Indipendentemente dall’età sarà possibile andare in pensione se si possiede un’anzianità contributiva di almeno 40 anni. In questo caso, se si raggiunge il requisito minimo dei 35 anni di contribuzione effettiva, si possono conteggiare anche le contribuzioni figurative per disoccupazione e malattia. Per ulteriori informazioni sulle pensioni d’anzianità potete consultare questo link sul sito dell’Inps.

Per quanto riguarda invece le pensioni di vecchiaia questa potrà essere richiesta per gli uomini a 65 anni e per le donne a 60, e si potrà effettivamente andare in pensione seguendo le regole sopra esposte: 12 mesi dopo per i lavoratori dipendenti e 18 mesi dopo per i lavoratori autonomi.

La domanda per la pensione può essere presentata alla propria sede Inps territorialmente competente, direttamente o tramite patronato, o ancora a mezzo raccomandata a.r. (con avviso di ricevimento quindi). I moduli sono a disposizione presso le sedi Inps, presso i patronati, oppure può essere scaricata qui. Per ulteriori informazioni www.inps.it.

Articolo scritto da pennettainformata - Vota questo autore su Facebook:
pennettainformata, autore dell'articolo Pensioni 2011 Tra 'quote' E 'finestre Mobili'
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • emy
    #1 emy

Non riesco ancora a pensare che nel 2011, davanti a tanta disoccupazione giovanile, dopo 40 anni di lavoro una donna che lavora nel pubblico impiego debba lavorare ancora un anno per poter percepire quanto le spetterebbe di diritto già al compimento dei 40 anni! Ritengo che qualcuno debba muoversi per togliere questo inutile trascinamento forzato, soprattutto davanti al fatto che i nostri parlamentari maturano la pensione dopo soli due anni e mezzo di legislatura e che la stessa venga erogata mi sembra dopo 5 anni!!! E' una vergogna, scusate lo sfogo, ma il boccone è troppo amaro!!! Grazie

Inserito 18 gennaio 2011 ore 18:20
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione