Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Pensioni Sociali 'facili' Per Gli Immigrati, Nuova Truffa All'inps


6 maggio 2012 ore 11:42   di pierluigicrivelli  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 433 persone  -  Visualizzazioni: 629

Si fa un gran parlare di "falsi ciechi" e di "invalidi truffaldini", ma sono in pochi a sapere che l’Inps sta erogando assegni sociali anche ai cosiddetti "furbetti del ricongiungimento familiare". Spieghiamoci meglio : la legge 388 del 2000, introdotta dalla legge Finanziaria del 2001 dal governo Amato, riconosceva l’assegno sociale anche agli stranieri; e come dice il proverbio, fatta la legge, trovato l’inganno.

Da allora, infatti, si sono moltiplicati a dismisura i casi di anziani stranieri che, non appena sono venuti a conoscenza di questa disposizione, si sono trasferiti in Italia ; poi, una volta ottenuto il riconoscimento della pensione sociale, hanno fatto prontamente le valigie e se ne sono tornati nella Patria natale, quando invece avrebbero dovuto continuare a risiedere nel nostro Paese.


La Guardia di Finanza, nel 2011, ha scoperto già 270 casi ma si pensa che siano molti ma molti di più ; purtroppo, non è facile scovare questo genere di truffa in quanto occorre fare delle accurate indagini per scoprire se la residenza è veramente fittizia, accertare i vari visti sui passaporti e operare un controllo incrociato sui dati ottenuti.

Pare che il fenomeno sia in aumento; infatti, l’ultimo censimento Istat, parla di un aumento delle residenze regolari sino a 3 milioni e 700 mila, una cifra addirittura triplicata rispetto a dieci anni fa. Gli stranieri, ovviamente, hanno operato un vero e proprio passaparola, spargendo la voce in maniera diffusa e illustrando le modalità di questa nuovo "vantaggio" a loro favore; inoltre, si sono diffusi siti Internet che spiegano dettagliatamente la procedura per ottenere questi benefici.

Pensioni Sociali 'facili' Per Gli Immigrati, Nuova Truffa All'inps

Ma il fenomeno dei cosiddetti "vitalizi facili" non si limita solo agli stranieri, ma riguarda anche quegli italiani che, pur avendo vissuto 10 anni nel nostro paese, magari nei primi anni di vita, si sono poi trasferiti all’estero dove vivono da oltre 50 anni e attraverso residenze "fittizie" riescono ugualmente a percepire l’assegno sociale.

A questo proposito, si è cercato ultimamente di prendere delle contromisure per verificare questi "furbetti" : ad esempio, si è proposto di prevedere l’obbligo di ritiro dell’assegno personalmente, dietro presentazione di documento di riconoscimento e firma su un apposito registro.

Certamente, in tempi di ristrettezze economiche e di tagli sulla spesa, la voce riguardante i "vitalizi fittizi" incide non poco sul bilancio dello Stato e in modo particolare nelle casse dell’Inps, il nostro Ente Previdenziale : l’importo di un assegno sociale attualmente infatti è pari a 5.577 euro all’anno, suddiviso in tredici mensilità: ecco perchè si sta procedendo alla verifica contributiva, economica e finanziaria degli ultra 65enni italiani, proprio per evitare che questo genere di truffa si possa espandere in maniera incontrollabile.

Articolo scritto da pierluigicrivelli - Vota questo autore su Facebook:
pierluigicrivelli, autore dell'articolo Pensioni Sociali 'facili' Per Gli Immigrati, Nuova Truffa All'inps
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione