Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Per Chi Voterei, Ma Spero Non Domani


29 maggio 2011 ore 08:56   di erpidi  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 347 persone  -  Visualizzazioni: 556

Per chi voterei. Non voglio assolutamente fare il capopopolo né il demagogo o imitare Grillo. Voglio semplicemente dire quello che io farei se oggi dovessi votare. E spero vivamente che sia questo un esercizio teorico, che non si vada ad elezioni anticipate: costi eccessivi per la Casse dello Stato, vuoto di potere in un periodo cruciale per l’economia e le crisi nel Mediterraneo, rischio di un voto isterico, provocato non da crisi politica verace, ma da crisi mediatica e distruttiva. Il mio è un solo voto, ma chissenefrega!, se poi ci saranno persone che mi ascolteranno, posso solo dire una parola: Grazie!.

Non voterò ovviamente per la Sinistra, PD, IDV, che sia. In questi ultimi due anni non sono riusciti a proporre una sola alternativa di governo con idee serie, innovative, diverse oppure propositive. Hanno solo saputo avventarsi come cani rabbiosi e schiumanti su qualsiasi proposta o azione della Coalizione al Governo, usando ogni singolo avvenimento che vedeva il Governo attore, per criticare, denigrare, e trinciare giudizi negativi. Nessuno di loro ha né il carisma, nè l’autorità, né la simpatia necessarie per assumersi la responsabilità di Governo. Sono d’accordo che per ben governare non bisogna essere simpatici, ma capaci. Né Bersani, né Di Pietro, né giammai la Bindi hanno quel “click” che li faccia uscire dal grigiore e dalla squallore che contraddistingue la Sinistra. Rutelli e Veltroni mi stanno troppo antipatici poi per considerarli degni del mio voto. Voto è fiducia e io di tutti questi signori NON MI FIDO. C’è il rischio che per disperazione tirino fuori dalla naftalina Prodi e si sa … gli insaccati in naftalina non si conservano bene…….


Al centro chi abbiamo? Buttiglione o Casini? Carucci entrambi con l’aria dei bravi figlioli, ma hanno il piglio del Premier, del gestore degli affari di Governo? No, buoni comprimari, forse, ma privi della luce illuminante del Capo. Poi abbiamo Fini e i suoi seguaci. Per carità!

Su questi signori io ho un’opinione precisa: sono stati eletti dal Popolo fra le fila del PDL, da quel partito hanno operato una secessione, ebbene quel che essi avevano ricevuto era un mandato fiduciario, perché legati ad un preciso progetto di governo (del PDL) in cui gli Elettori riponevano fiducia; nel momento in cui essi escono dal Partito il mandato deve cessare di efficacia e validità. Per me essi sono decaduti dalla carica Parlamentare che dovrebbe passare per ciascuno di loro al primo dei non eletti, Messer. Fini (da Montecarlo) per primo. Se proprio vogliono creare un Partito indipendente, come in effetti hanno fatto, devono, ripeto DEVONO, ripresentarsi all’elettorato per averne la fiducia. Quello che hanno fatto è un atto illegittimo, irrispettoso degli elettori e dovrebbe essere sanzionato e proibito. Fini e compagnia bella non avranno MAI il mio voto. Oggi parlano dei “furbetti del quartierino”, riferendosi a Fiorani & Company, questi come li vogliamo chiamare? “i para**li di Montecitorio”?

Così come mai avrà il mio voto la Lega. Non approvo il loro ideale separatista, non approvo tutto il concetto della Padania e fin qui poco conterebbe. Ciò che mi fa ribrezzo è dare il mio voto a due che reputo beceri, ignoranti e cafoni come hanno dimostrato di essere Bossi e Calderoli. Se poi hanno delle capacità politiche oltre alla crassa maleducazione e zero cultura che esternano non so, né mi interessa, il mio voto non lo avranno. Peccato perché se non fosse leghista a Maroni il voto potrei anche pensare di darglielo.

I Radicali. Ho il massimo rispetto per il Partito Radicale a cui debbo un filino di riconoscenza, ma è più una corrente di pensiero che un mero partito politico. Sarebbe un voto sprecato.

Passiamo alla Destra. Tremonti, Alfano, Frattini meriterebbero un pensierino, specialmente Tremonti, economista di vaglia, ma il Boss non può essere un tecnico. Tutti e tre sono tecnici, nulla di più oggi. Si faranno. Garfagna, Meloni, Brambilla, Gelmini non mi entusiasmano e per me rimangono belle faccine, ma gli attributi di una Thatcher se li sognano. Brunetta ha fatto un ottimo lavoro secondo me, ma la sua estrazione padana me lo fa scartare.

Berlusconi. Sta mostrando quei limiti che gli assegnavo quando entrò nell’agone politico per la prima volta. Non è nato Homo Politicus, è nato imprenditore, e di successo, a volte però il suo passato di capitano d’industria si nota e gli costa gaffes, errori, cadute di stile. È sicuramente perseguitato, ma stento a credere ad una congiura specifica. Più a leggerezze commesse dimenticando che una grandissima parte dei Giudici di alto spessore hanno simpatie sinistrorse e quindi mancano di quell’equidistanza che dovrebbero avere e che ci si aspetta abbiano. E si sa la Sinistra non dimentica e non perdona. È una condizione di spirito imprescindibile nel loro DNA politico e per loro Berlusconi rimane e rimarrà sempre “Sua Emittenza”. Silvio Berlusconi rimane, per il mio modo di pensare odierno il “meno peggio” dell’intero gregge.

Badate bene ho detto il “meno peggio”, non il migliore. Si suol dire che nei paesi dei ciechi il guercio è re. Lui merita il mio voto perché il panorama politico italiano non ha saputo ancora esprimere nessun altro migliore di lui; questo nonostante il fatto che nell’ultimo anno lui abbia fatto e detto di tutto per rendersi inviso a molti elettori. Anzi, e lo dico con mestizia, il panorama politico italiano ha saputo esprimere una congerie di beceri, incapaci, squallidi personaggi in ogni parte del cosiddetto arco costituzionale per cui nonostante i suoi errori di esternazione non riescono a offuscarlo. Deprimente vero? Ma è la realtà, per me. I Craxi, Andreotti, Pertini e anche Berlinguer (sì pure lui nonostante fosse un Comunista, lo rispettavo e mi stava pure simpatico) non ci sono più, Mani Pulite, Demagogia, il Destino, scarsa coscienza politica della massa degli Italiani li hanno messi fuori e non hanno consentito un ricambio degno di questo nome, e noi ci dobbiamo tenere questi perché di meglio a disposizione non ce n’è .

Ho considerato anche alcuni out-siders: Gianni Letta, la Presidentessa dell’Unione degli Industriali Emma Marcegaglia e Luca Cordero di Montezemolo. Tre personaggi stimabili, ma forse troppo intelligenti e furbi per buttarsi nel mare magnum del disastroso mondo politico italiano. Il Sindaco di Firenze è più di una speranza, ma deve dimostrare di saper giocare in Serie A. e poi è di Sinistra…..

Perché non c’è più zio Giulio?

Articolo scritto da erpidi - Vota questo autore su Facebook:
erpidi, autore dell'articolo Per Chi Voterei, Ma Spero Non Domani
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Mave
    #1 Mave

Berlusconi non è affatto un perseguitato, ma semplicemente il capo di governo che ha commesso più reati al mondo. Ecco perchè è semplicemente il peggio del peggio del peggio. È assolutamente interessante dal punto di vista psicologico notare che anche molte persone colte e non ignoranti ( come lei ) siano anch'esse così plagiate dai mezzi di comunicazione da pensare che esista un cricca di giudici di sinistra che vuole eliminare il povero perseguitato. Nessun giudice al mondo è cosi stupido ed ha interesse ad incasinarsi (moltissimo per altro) la vita (una vita agiata, tranquilla e senza casini) andando a stuzzicare il serpente nel suo nido, c'è anzi solo tutto da perdere nel farlo: minacce, accuse, fango, quando va bene. Tutto per avere uno stipendio identico. Mi dia retta: spenga la tv, chiuda i giornali e legga i documenti su internet. Non legga articoli ma documenti e si faccia un'idea. lei è l'esempio concreto che il più grosso problema di questa nostra società è l'informazione. Pillola blu o pillola rossa?

Inserito 29 maggio 2011 ore 09:20
 

Innazitutto grazie per il Suo commento. Anche le critiche fanno crecere. Ho già spento da tempo TV e giorali tanto che lego solo il Corriere dello Sport e vedo solo film e sport (calcio). Purtroppo faccio parte dell'Italia e non me ne posso astrarre (legga quel che di John Donne riporta Hemingway nel romanzo "Per chi suona la Campana"). Dimentichiamo come anche i Goiudici siano uomini con le loro simpatie ed antipatie, i loro difetti e pregi e le lro idee ed inclinazioni. Supra partes come dovrebbero essere non possono. Forse bisognerebbe fare come negli USA dove molti Giudici sono eletti. In ogni caso la separazione delle carriere fra Giudicanti ed Accusatori va attuata. Mi spieghi se vuole, per favore, il pilola blu e pillola rossa che non ho capito. Grazie Ar Pidi P.S. sul Capo di Governo che ha commesso più reati al mondo io avrei da ridire: Didi Amin, Milosevic, Saddam Hussein, Stalin, Hitler, Marcos, Mussolini, mi pare ne abbiano commessi di più (se Berlusconi ne ha commessi) eppure erano tutti capi di Governo che nominavano Ambasciatori e governavano debitamente riconosciuti dal resto del mondo, nonostante tutto. Almeno mi pare....... Una buona giornata a Lei

Inserito 29 maggio 2011 ore 10:01
 
  • Mave
    #3 Mave

Ho parlato di più reati, non di reati più efferati. Per la questione della pillola avrebbe dovuto vedere matrix, qui la scena http://www.youtube.com/watch?v=K6WklAL_j2k . Lei può avere tutte le inclinazioni che vuole e ci mancherebbe, ma vista la potenza di fuoco del nemico sarebbe disposto, se fosse un giudice, a mettere il gioco carriera, reputazione, sicurezza personale e famigliare, una vita fatta di scorte, ecc. ecc. ( a parità di stipendio ) solo perchè vuole sputtanare il perseguitato che la vede diversamente da lei? Io no, e credo che nessuno sano di mente lo farebbe, per quanto filo- sovietico - terrorista o sovversivo. I reati li ha commessi, non se, non forse: facciamo solo un esempio Mills è stato condannato in via DEFINITIVA per essere stato corrotto da Berlusconi. La sentenza definitiva di un processo sancisce un reato. Che Berlusconi risulti prescritto non vuol dire che sia innocente, anzi. Il criminale se la cava sempre con la prescrizione, e mai per non aver commesso il fatto. Bisogna fare un BEL distinguo.

Inserito 29 maggio 2011 ore 10:30
 

interessante articolo sull'argomento: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/30/ha-ragione-b-il-mondo-deve-conoscere-le-accuse/114517/

Inserito 30 maggio 2011 ore 12:42
 
  • Monica
    #5 Monica

Aggiungo questo: http://www.youtube.com/watch?v=d-4fCHhnQ34

Inserito 31 maggio 2011 ore 09:40
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione