Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Perchè Due Pesi E Due Misure?


20 aprile 2011 ore 09:35   di erpidi  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 313 persone  -  Visualizzazioni: 536

Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?. Se leggiamo le richieste, nemmeno tanto celate, di molta parte della stampa comunista, ci rendiamo conto di un fatto inquietante. Le stesse frasi le ho viste sui libri di Storia, e venivano da membri del PCUS o loro affiliati esteri, prima di invasioni dell’Armata Rossa come quelle avvenute in Ungheria, Cecoslovacchia o Polonia, in difesa della “profonda vocazione democratica”. Sono, le stesse frasi che si leggono sui quotidiani simpatizzanti della Sinistra eversive. Frasi che caldeggiano un Colpo di Stato, parola che nessuno dei Media ha il coraggio di pronunciare. Se fossero state scritte che so nella Germania dell’Est trent’anni fa avrebbero garantito agi autori arresti e condanne per eversione, attentato alla Sicurezza dello Stato (strano come quale sia il colore della Dittatura le frasi che pronunziano per giustificare un uso abusivo della forza siano sempre eguali) e terrorismo. Tutte accuse che in quei Paesi e in quell’ambiente politico potevano valere il confino o la pena di morte.

Ora se Berlusconi dice che i Giudici ce l’hanno su con lui e che hanno iniziato una persecuzione per destabilizzarlo e lo dice senza mezzi termini, citando dati di fatto (che nessuno, avete notato?, gli ha mai contestato) scatta l’azione mediatica del “dalli all’untore!”, “ammazza, ammazza!” e il Presidente della Repubblica si erge a paladino della democrazia. Ex parlamentari di Sinistra su giornali di Sinistra inneggiano al Colpo di Stato e lui sta zitto. Alla faccia del Presidente “supra partes”!


Mi sembra che qui si stia giocando una partita di calcio, fra squadra blu e squadra bianca con arbitro e suoi assistenti che entrano in campo con la maglia blu. Del resto, nonostante la simpatia che ispira e che ho per quel Gentiluomo Anziano che siede al Quirinale debbo dire che rappresenta la conferma di quel che ho sempre pensato: scava sotto la pelle da pecora del Democratico di Sinistra e ci trovi la carne del Lupo Comunista. Indipendentemente dalla posizione che si ricopre una volta Comunista, sempre Comunista. Per carità! Massimo rispetto per le altrui opinioni!, ma determinate Cariche dello Stato debbono essere apartitiche, oppure non si può più ricoprirle. Se si accetta una Carica di quella dignità lo si deve fare prescindendo da simpatie, tendenze e fazioni.

Non si può far un caso politico di risonanza nazionale perché un fesso affigge manifesti censurabilissimi, ma che caso è diventato perché i Media ci si son buttati a capofitto e poi lasciar passare con indifferenza quel che scrive Alberto Asor Rosa sul quotidiano il Manifesto (toh! Che stranezza: un manifesto fu galeotto, l’altro no…) il 13 Aprile e che qui riporto, per averlo copiato da un blog (soldi per comprare Il Manifesto mi rifiuto di spenderli!), evidenziando la frase incriminata:

<< Ciò cui io penso è invece una prova di forza che, con l’autorevolezza e le ragioni inconfutabili che promanano dalla difesa dei capisaldi irrinunciabili del sistema repubblicano, scenda dall’alto, instaura quello che io definirei un normale «stato d’emergenza», si avvale, più che di manifestanti generosi, dei Carabinieri e della Polizia di Stato congela le Camere, sospende tutte le immunità parlamentari, restituisce alla magistratura le sue possibilità e capacità di azione, stabilisce d’autorità nuove regole elettorali, rimuove, risolvendo per sempre il conflitto d’interessi, le cause di affermazione e di sopravvivenza della lobby affaristico-delinquenziale, e avvalendosi anche del prevedibile, anzi prevedibilissimo appoggio europeo, restituisce l’Italia alla sua più profonda vocazione democratica, facendo approdare il paese ad una grande, seria, onesta e, soprattutto, alla pari consultazione elettorale.>>.

Se questa non è un’apologia di reato e un incitamento a sovvertire lo Stato e violarne le leggi e la Costituzione son pronto a mangiarmi un bue con corna e zoccoli! Oh! Sicuramente “chi di dovere” indicherà nella frase di apertura di questo passaggio (“Ciò cui io penso”) l’assoluzione e la totale estraneità da parte dell’Autore a intenzioni terroristiche/dolose/maligne. Accamperà la libertà di stampa, e due Articoli della Costituzione a difesa del Rosa, l’Art. 3 e l’Art. 21. Difenderà queste affermazioni (gravissime) con lo scudo della personale opinione dell’Autore. Quei manifesti a Milano non esprimevano forse la stessa opinione non esprimevano forse la stessa opinione personale di chi li ha fatti affiggere?
No quelli toccavano caste e territori di caccia riservati, ormai da oltre un decennio, alla Sinistra e pertanto è un caso di lesa maestà. Allora tutti a piangere dal Capo dello Stato, che qui stigmatizza, lì guarda da un’altra parte. E mi ricorda quel che successe in un’Aula di Tribunale fra Avvocato ed Imputato mentre il Pubblico Ministero elencava le prove a carico dell’Accusato (e mi si scuserà il gergo romanesco, ma “Civis Romanus Sum!”): ”Qui se li famo, … tranquillo anche qui, …. guarda qui li famo neri!.... mmmm … qui te se fanno!”. Presidente Napolitano perché due pesi e due misure? Perché? (continua)

Articolo scritto da erpidi - Vota questo autore su Facebook:
erpidi, autore dell'articolo Perchè Due Pesi E Due Misure?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione