Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Perquisita L' Abitazione Di Monica Rizzi, Il Tutor Del Trota


26 luglio 2011 ore 19:03   di Montalbano  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 377 persone  -  Visualizzazioni: 623

Torna all'onore delle cronache il nome dell'Assessore regionale lombardo a Giovani e Sport, la leghista Monica Rizzi. Che nei mesi precedenti aveva fatto lungamente parlare di sè per l'esibizione di un titolo, quello di Psicologa e Psicoterapeuta infantile, con specializzazione nel trattamento di minori abusati, senza averne il diritto in quanto non iscritta nell'albo della categoria e non avendo mai preso la relativa laurea.

Stavolta, i suoi uffici e la sua abitazione sono stati perquisiti, proprio questa mattina, da agenti della polizia giudiziaria, alla ricerca di tracce di una ipotizzata attività di dossieraggio e su richiesta della procura di Brescia. A spiegarlo è stato il suo legale, Alessandro Diddi, secondo il quale sarebbe in atto un tentativo di delegittimazione dell'esponente leghista. L'indagine, muove i passi dalla denuncia di un ex collaboratore della Rizzi, Marco Marsili che, nei mesi scorsi, la aveva presentata alla Procura della città della Leonessa.


La denuncia riguardava il trattamento illecito di dati personali, che servivano a preparare dossier, i quali sarebbero poi stati usati per colpire avversari politici fuori e dentro la Lega Nord. In tal modo, si sarebbe assicurato anche il miglior risultato elettorale possibile alle scorse elezioni regionali a Renzo Bossi, il figlio del leader leghista, anche lui assurto all'onore delle cronache per la brillantissima carriera scolastica che lo ha portato ad un record difficilmente battibile, quello di essere stato bocciato per ben tre volte alla maturità E che, visto il regime di rigida meritocrazia vigente nel nostro paese, per questa impresa è stato premiato con un bel posticino in Consiglio Regionale

“Io sono stato sentito dalla Guardia di Finanza. Una con un minimo di decenza sarebbe andata a casa da un pezzo”. Questa la dichiarazione resa da Marsili alla stampa, dopo che la notizia della perquisizione negli uffici e nell'abitazione della Rizzi è trapelata. Già, la decenza. Ad avercela, se si pensa che molti ragazzi italiani, che non hanno la fortuna di avere un padre in politica, dopo aver studiato per anni con brillanti risultati ed aver preso una laurea, debbono andarsene all'estero per vedere riconosciute le loro qualità. Ma questa è l'Italia e sembra che dobbiamo farcene una ragione.

Articolo scritto da Montalbano - Vota questo autore su Facebook:
Montalbano, autore dell'articolo Perquisita L' Abitazione Di Monica Rizzi, Il Tutor Del Trota
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Annamaria
    #1 Annamaria

Un asino in più,un millantatore in più era da supporsi dopo i successi di questo ragazzo con un padre analfabeta che fa il populista E GIOCA SULLA VITA DEGLI iTALIANIa scommettere su unaltro colto come Berlusconi.

Inserito 27 luglio 2011 ore 08:28
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione