Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Più Di Venticinquemila Litigi Per Colpa Del Cane


12 ottobre 2010 ore 10:21   di KungFuGirl  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 301 persone  -  Visualizzazioni: 467

Mentre restano estremamente gravi le condizioni di Luca Massari, il tassista 54enne selvaggiamente pestato dopo aver investito un cane senza guinzaglio, un dato allarmante emerge dall’Aidaa, l’Associazione Italiana per la Difesa Animali ed Ambiente: sarebbero una settantina ogni giorno le liti dovute alla presenza di cani nei parchi pubblici. Il miglior amico dell’uomo, dunque, pare essere causa di litigi e battibecchi ma, si scopre, non è direttamente il cane il colpevole bensì il proprietario, reo di non rispettare norme e regolamenti.

Delle oltre venticinquemila segnalazioni raccolte nel corso dell’anno passato, quasi una su tre riguardava proprio litigi a causa di cani lasciati liberi nei parchi – dove, è bene ricordarlo, vi è l’obbligo di tenere l’animale al guinzaglio – con il 28% del totale. Seguono, con il 14%, i litigi generati dalle aggressioni dell’animale verso altri cani (facilmente evitabili se ciascuno tenesse il proprio cane al guinzaglio) e la mancata raccolta degli escrementi. Quasi una polemica su due (44% dei casi) è generata dalla presenza contemporanea di bambini e cani negli stessi parchi, ma anche in questo caso le lamentele sono riconducibili o al timore che il bambino venga aggredito da un animale fuori controllo o che possa ritrovarsi a maneggiare un escremento non raccolto dal proprietario.


Delle migliaia di polemiche targate 2009, 423 sono degenerate in violenza, provocando il ricovero in ospedale di 66 persone. E, è bene ricordarlo, non si tratta di tutti i casi avvenuti in Italia ma soltanto di quelli registrati dallo sportello online di tutela legale dell’Aidaa: litigi, battibecchi ed aggressioni potrebbero essere, dunque, un numero ben maggiore.

Più Di Venticinquemila Litigi Per Colpa Del Cane

Il Presidente dell’Aidaa, Lorenzo Croce, da ormai per assodato il fatto che agli italiani piaccia attaccar briga: “Analizzando i dati in nostro possesso – asserisce – possiamo tranquillamente affermare che almeno la metà dei casi potrebbe essere risolta pacificamente, facendo ricorso soltanto a buon senso e maggiore educazione. Io, ad esempio, sanzionerei pesantemente la mancata raccolta delle deiezioni”.

Più Di Venticinquemila Litigi Per Colpa Del Cane

Problema più complesso quello che riguarda la convivenza forzata, all’interno degli stessi parchi pubblici, di bambini e cani: fermo restando che i cani vanno per legge tenuti al guinzaglio, bisogna segnalare che l’Italia è fanalino di coda per quanto riguarda le aree verdi di cui dovrebbero essere dotati tutti i parchi e destinate esclusivamente ai cani; spazi in cui gli animali possano essere lasciati liberi di correre e divertirsi senza nuocere alle persone. Nel nostro Paese sono pochissimi i parchi dotati di queste aree verdi delimitate e riservate a Fido.

Difficile, dunque, che i proprietari dei cani rispettino la legge quando sono i legislatori stessi i primi a non assicurare che questo possa venir fatto.

Più Di Venticinquemila Litigi Per Colpa Del Cane

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Più Di Venticinquemila Litigi Per Colpa Del Cane
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione