Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Precari: Chi Sono, Cosa Vogliono. Analisi Dei Lavoratori D' Italia Senza Futuro


16 giugno 2011 ore 11:42   di KungFuGirl  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 468 persone  -  Visualizzazioni: 872

Dopo il polverone sollevato dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta, che al termine di un convegno ha voltato le spalle ai precari e si è allontanato dal palco, salutando e dicendo "siete l'Italia peggiore", vediamo chi sono i precari in Italia e quali sono le loro richieste ed aspettative.

I precari sono l'involuzione dei lavoratori atipici e occasionali, i figli malati partoriti dal lavoro flessibile. Se il mercato del lavoro italiano, per continuare ad essere competitivo e non soccombere sotto i colpi delle potenze emergenti come Cina ed India, necessitava di maggior flessibilità, è ormai tristemente palese che la risposta fornita è stata catastrofica. Da un lato è giusto che gli industriali non siano costretti a tenersi a vita dipendenti fannulloni assunti con contratti capestro a tempo indeterminato, tuttavia, come spesso accade - soprattutto in Italia - si è assistito ad autentiche aberrazioni contrattuali.


Guardiamo i contratti a progetto: il dipendente viene assunto per svolgere un determinato incarico affidatogli dal datore di lavoro, entro termini e con modalità concordate, ed il rapporto di lavoro termina quando il progetto viene realizzato. Se un simile rapporto di lavoro può funzionare, ad esempio, per la realizzazione di un sito web, è palese che non c'è nessuna progettualità nel rispondere al telefono di un call center, eppure nei call center abbondano gli assunti con questa tipologia di contratto.

I precari sono, in estrema sintesi, "lavoratori usa e getta" e, se il meccanismo funzionasse a dovere, forse potrebbe anche avere un senso: io datore di lavoro non sono costretto ad assumere a tempo indeterminato un lavoratore che, ad esempio, deve soltanto aiutarmi nella raccolta stagionale delle olive e tu dipendente appena finisci di raccogliere le olive per me hai già pronto un contratto per sistemare le viti nell'azienda vinicola a qualche chilometro di distanza. Ma ci sono troppi ostacoli che impediscono il regolare funzionamento degli ingranaggi.
Precari: Chi Sono, Cosa Vogliono. Analisi Dei Lavoratori D' Italia Senza Futuro

Tanto per cominciare, molto spesso non si ricerca personale generico bensì qualificato. Se io ho bisogno di una segretaria di direzione, di certo non metterò questo impiego a disposizione di qualcuno che sino al giorno prima ha potato vigneti, esattamente come un produttore di vini non piazzerebbe mai nel proprio vigneto qualcuno che sino al giorno prima ha risposto al telefono, pianificato appuntamenti e organizzato conferenze intercontinentali. La mancanza di incontro tra domanda ed offerta porta ad un secondo problema: chi ha trovato una segretaria valida, fa di tutto per tenersela. E questo, per quanto paradossale possa sembrare, è un problema. Perchè il datore di lavoro vuole continuare a beneficiare di agevolazioni, come il non dover pagare le ferie e la malattia al dipendente precario, ma al contempo vuole tenersi il lavoratore che svolge bene il proprio compito.

E così, invece di assumerlo a tempo indeterminato, semplicemente proroga il contratto temporaneo e, quando non è più possibile farlo, cambia tipologia contrattuale, passando, ad esempio, da un contratto a progetto a un contratto per somministrazione di servizi: licenzia il dipendente e lo riassume passando da un'agenzia di lavoro interinale, alla quale avrà preventivamente fatto iscrivere il lavoratore stesso e alla quale avrà specificato che vuole proprio quella persona specifica nella propria azienda.
Precari: Chi Sono, Cosa Vogliono. Analisi Dei Lavoratori D' Italia Senza Futuro

Il risultato? Dipendenti tenuti al guinzaglio, che non protestano ("se no non mi rinnovano il contratto"), non si sposano ("come faccio a sapere se fra un anno potrò permettermi di pagare il mutuo? Mi scade il contratto tra sei mesi..."), non fanno figli ("scherzi? Se resto incinta di certo non mi rinnovano il contratto!"). Una generazione che vive in casa coi genitori e che, spesso, si fa mantenere da loro ben oltre i trent'anni. E, per la prima volta nella Storia, non sono i figli ad occuparsi dei genitori che invecchiano, bensì i pensionati che devono occuparsi dei figli precari. Una realtà talmente allarmante da destare l'apprensione dei maggiori quotidiani e persino dell'Avvenire, il quotidiano di chiara ispirazione cattolica.

La situazione è diventata talmente insostenibile che i precari hanno iniziato ad organizzarsi: non solo con gli insulti e prese in giro rivolte al Ministro Brunetta, apparse sia su facebook che su twitter in numero impressionante, ma anche con siti e iniziative studiate ad hoc come, ad esempio, l'Anagrafe dei Precari - contiamoci, perchè contiamo o la petizione da inviare alla Commissione Europea.
Precari: Chi Sono, Cosa Vogliono. Analisi Dei Lavoratori D' Italia Senza Futuro

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Precari: Chi Sono, Cosa Vogliono. Analisi Dei Lavoratori D' Italia Senza Futuro
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • ilmax
    #1 ilmax

Analisi perfetta. E utili i link che segnali.

Inserito 17 giugno 2011 ore 12:18
 

Grazie.

Inserito 22 giugno 2011 ore 20:24
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione