Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Protezione Civile A Rischio Senza Le Province, Che Ci Costano Due Caffè


9 febbraio 2012 ore 20:14   di KungFuGirl  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 408 persone  -  Visualizzazioni: 662

La Protezione Civile è a rischio ed a lanciare l’allarme sono le Province lombarde. Giovedì 9 febbraio la Provincia di Como è stata sede del convegno dell’UPL, l’Unione delle Province Lombarde, per fare il punto della situazione alla luce delle novità introdotte dal Governo Monti.

Spesso viste come inutili carrozzoni, al centro soprattutto negli ultimi anni di un’autentica campagna denigratoria che ha dipinto i dipendenti come “fannulloni” e i politici come interessati soltanto al gettone di presenza, le Province hanno in realtà competenze di prim’ordine come, ad esempio, la gestione della Protezione Civile.


Nel corso dell’incontro con la stampa è emerso anche un dato del tutto inaspettato e relativo al costo effettivo delle Province: secondo uno studio effettuato dall’Università Bocconi, infatti, questi enti locali costerebbero a ciascun cittadino l’equivalente di due caffè all’anno.

Si può rinunciare a bere due caffè all’anno per risparmiare? Certamente sì, ma nel caso delle Province forse vale la pena di valutare se il risparmio vale il sacrificio. Ne sa qualcosa il Sindaco Nava, prima cittadina del piccolo e pittoresco Comune di Brienno interessato lo scorso mese di luglio da una serie di terrificanti frane, che hanno prodotto oltre cinquemila tonnellate di detriti: “La Protezione Civile della Provincia di Como conosce il territorio ed è intervenuta subito, con competenza e professionalità. Le frane hanno sventrato abitazioni, distrutto vie di comunicazione, ma il personale e i volontari della Protezione Civile di Como hanno saputo venire in soccorso di un paese sconvolto e in meno di una settimana sono state riaperte le strade e la vita ha potuto, faticosamente, riprendere”.

Protezione Civile A Rischio Senza Le Province, Che Ci Costano Due Caffè

“Oltre all’intervento su Brienno – ha spiegato l’assessore Polledrotti – abbiamo operato anche a L’Aquila, siamo intervenuti in Liguria. Stiamo collaborando con la Protezione Civile della Provincia di Lecco per assicurare interventi congiunti sul territorio, abbiamo realizzato piazzole per consentire gli interventi dell’elisoccorso, utili non soltanto alla Protezione Civile ma anche ai sistemi di soccorso medico”. Alla luce di tutto questo, tenendo presente che le Province hanno pertinenza, oggi, anche in materie come l’agricoltura, la caccia e la pesca, l’edilizia scolastica, viene da chiedersi se davvero valga la pena, per risparmiare l’equivalente di due caffè all’anno, di rinunciare ad una gestione che sa essere efficace ed estremamente utile.

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Protezione Civile A Rischio Senza Le Province, Che Ci Costano Due Caffè
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione