Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Quando I Ragazzi Insegnano L' Integrazione


24 febbraio 2011 ore 13:32   di Feniks  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 241 persone  -  Visualizzazioni: 481

Catanzaro. Una scuola come tante l’Istituto Comprensivo di Catanzaro e una classe Terza Media come ce ne sono tante in Italia. Con una particolarità. La presenza di uno studente “diversamente abile” affetto da sindrome di Down. E una gita scolastica, di quelle che tutti ci ricordiamo e che tutti gli alunni aspettano.

Una gita scolastica negata, perchè la dirigente non autorizza il ragazzo diversamente abile a partecipare alla gita con la motivazione assurda della "Scarsa capacità dello stesso ad apprendere a causa della sua infermità genetica”.
I genitori hanno informato la polizia e la responsabile per il coordinamento regionale per l’integrazione Ida Mendicino.


La dirigente persiste nel rifiuto e chiede persino alla classe di non informare il compagno sulle date delle prossime gite. Ma proprio questo genera una reazione nei ragazzi che, fedeli al motto "o tutti o nessuno" rifiutano di andare in gita scolastica se al loro compagno non verrà permesso di seguirli.

In questo caso questi ragazzi, che tante, troppe volte il mondo degli adulti taccia di immaturità e di egoismo, sono stati capaci, con la loro decisione spontanea, nata dall’amicizia che li lega al loro compagno, di impartire una lezione di stile e di vita alla loro dirigente. L’integrazione dei ragazzi diversamente abili è possibile e passa attraverso questi piccoli episodi che raramente trovano spazio sulla pagine di cronaca.

Diamo un voto alla vicenda? Ottimo agli studenti della terza media di Catanzaro, negativo alla dirigente che trincerandosi dietro quelle che appaiono scuse ha negato il permesso ad un ragazzo di trascorrere una giornata con i suoi amici. Forse perché è difficile seguire una scolaresca in gita e lo è ancor di più se fra loro c’è un ragazzo affetto da sindrome di down, ma la soluzione non è proibire la gita, bensì favorire l’integrazione del ragazzo con l’ambiente e le persone che lo circondano.
I suoi compagni lo hanno capito e hanno preso una decisione che li fa più grandi e più maturi di chi, in questo caso, è chiamato ad educarli.

Articolo scritto da Feniks - Vota questo autore su Facebook:
Feniks, autore dell'articolo Quando I Ragazzi Insegnano L' Integrazione
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione