Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Ricordando L'angelo Biondo Di Avetrana


25 ottobre 2010 ore 18:15   di kika91  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 363 persone  -  Visualizzazioni: 672

26 Agosto, Avetrana. La quindicenne Sarah Scazzi sparisce nel nulla. Nessuno la trova più. Tutto il paese è preoccupato. Quaranta giorni dopo lo zio di Sarah, Michele Misseri, si dichiara colpevole dopo dodici ore di interrogatorio, ammettendo di averla uccisa di lui e inseguito di averla violentata. Viene detto agli inquirenti dove si trova il corpo, giaceva nudo in fondo ad un pozzo, ricoperto solo di sassi e terra, così che non veniva confuso con gli innumerevoli pozzi simili nelle vicinanze. Quasi due settimane dopo, Misseri accusa la figlia Sabrina di averlo aiutato nell'uccisione della piccola Sarah.

E' una storia senza fine quella del paese di Avetrana, in provincia di Taranto. La popolazione ha paura, è piena di dubbi. Un paese avvolto nel mistero. Ma la domanda che ci dobbiamo porre è: perché ne dobbiamo ancora parlare? I telegiornali, i quotidiani riportano sempre la solita notizia, le solite parole. Nulla di nuovo è emerso durante questi due mesi, ma solo tanto mistero e tanta falsità. Si perché la maggiore parte di noi credeva nell'innocenza di Sabrina, il suo coinvolgimento ci ha fatto riflettere.


La sua manipolazione dei giornalisti su di lei ha fatto si che tutte le televisioni d'Italia potessero vederla. Una mossa ben studiata, che non convince gli inquirenti e nemmeno la popolazione italiana. Il suo arresto non è stato casuale per gli agenti di polizia e nemmeno per noi, tutti sospettavamo della sua colpevolezza ma nessuno voleva credere a questa ridicola idea. Ora dobbiamo crederci.

La ragazza è finita al centro dell'attenzione mediatica, trascurando la madre della povera ragazza uccisa e incitando i propri amici a lasciare interviste, incitando il padre a farlo. Crediamo e speriamo che tutto questo sia solo un film dell'orrore, ma purtroppo è la realtà. Tutti i giornali parlano di lei, ma ci stiamo dimenticando che c'è una ragazza di appena quindici anni che giace in una tomba, uccisa solo per gelosia. Ella aveva una vita davanti a sè, tutti le volevano bene, era un angelo, l'angelo biondo di Avetrana. Quella ragazza che sapeva sempre far strappare un sorriso alle persone tristi. Quell'angelo ora non c'è più e noi ce lo stiamo dimenticando.

Si perché abbiamo portato al centro dell'attenzione lei, la cugina, dimenticando della ragazza uccisa, ripetendo solo per gelosia. Ma la colpa è anche nostra, noi abbiamo fondato il turismo "criminale". Noi stiamo andando davanti casa sua solo per curiosità. Si, curiosità. E' così che qualcuno che è stato intervistato ha riferito del suo :"Siamo di passaggio. Siamo venuti per curiosità" Ma vedere la macchinetta fotografica al collo o in mano intenta a fare una fotografia davanti la casa MIsseri, fa riflettere se davvero quel "Siamo di passaggio" esiste davvero.

Davanti la casa di Sabrina, molte persone si fermano per fare fotografie e per aspettare di vederla. Ma nessuno è davanti casa di Sarah oppure nessuno è andato a lasciare un bigliettino, almeno per fare le condoglianze alla madre di Sarah. La madre che ha speso più energie di quante ne aveva per cercare sua figlia, la madre che ha saputo in diretta televisiva che sua figlia era morta, non volendoci credere. Lei ha sperato fino all'ultimo, anche quando ha dovuto riconoscere il corpo della propria bambina. Nessuno si è rivolto alla madre per sapere come sta. Sono tutti davanti casa di Sabrina.

Nessuno sa la verità di come è andato davvero l'omicidio, chiediamo solo che venga fatta giustizia a Sarah, e che possa riposare in pace in quanto nessuno glielo sta permettendo in questo momento. Solo lei sa la verità, ma non ce la potrà mai dire, visto che ( e voglio ricordarlo ancora una volta)  tutti si stanno dimenticando di lei mettendo al centro dell'attenzione la cugina, forse assassina, di Sarah che è riuscita a strapparle quel sorriso che tanto faceva innamorare i cittadini di Avetrana.

Articolo scritto da kika91 - Vota questo autore su Facebook:
kika91, autore dell'articolo Ricordando L'angelo Biondo Di Avetrana
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione