Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Rivolta Dei Tir Con Vittima Ad Asti


24 gennaio 2012 ore 18:14   di rossella82  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 314 persone  -  Visualizzazioni: 535

Non sempre le proteste hanno un fine comune pacifico. Almeno non in questo caso. Così si è spenta la vita di Massimo Crepaldi, astigiano di 46 anni investito la notte scorsa durante la manifestazione dei tir.

Incidente oppure omicidio? Queste le domande che si pongono coloro che hanno cercato di dare una spiegazione alla famiglia della vittima. Secondo la Polizia si è trattato semplicemente di una tragica fatalità. Il camionista italiano è rimasto travolto e falciato dalle treno gomme di un tir guidato da una collega tedesca. La donna si è difesa dalle accuse di omicidio volontario dicendo che non voleva aderire allo sciopero e cercava solamente di aprirsi un varco tra i tir parcheggiati per oltrepassare il blocco e proseguire per la sua destinazione. Stamane è stata comunque arrestata per omicidio colposo.


Questa terribile vicenda si è svolta sulla statale 10 alle 5 del mattino. Sgomento e cordoglio per questo connazionale che credeva veramente in questa protesta per dare anche lui il suo contributo. Non sapeva ancora, l'uomo, che sarebbe stato vittima di questo sciopero che continua ad ingigantirsi.

C'è chi chiede la sospensione immediata dei presidi e la ripresa della circolazione di merci; chi ribadisce che il diritto a manifestare è un diritto appartenente alla costituzione Italiana; che crede e chi no che si arriverà ad una soluzione. Intanto la protesta ha già coinvolto le regioni settentrionali. Adesso possiamo solo auspicare che i manifestanti e la classe politica trovino un punto d'incontro che riesca ad assicurare al popolo italiano un po' di serenità.

Articolo scritto da rossella82 - Vota questo autore su Facebook:
rossella82, autore dell'articolo Rivolta Dei Tir Con Vittima Ad Asti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione