Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Sabrina Misseri: Viaggio Tra Bugie, Ipocrisie E Lacrime Che Oggi Sanno Di Falsità


16 ottobre 2010 ore 14:45   di Fusadeca  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 3899 persone  -  Visualizzazioni: 4766

Mesi di bugie, di lacrime versate davanti alle telecamere, ad ostentare la propria innocenza e la propria estraneità alla vicenda dell'uccisione della cugina Sarah, a dipingere il padre come l'unico mostro di questa tremenda storia, degno non della pena di morte, bensì di pagare lentamente il suo conto con la giustizia e veder scorrere i propri giorni affranto da un rimorso eterno.

Era questa la prospettiva di Sabrina Misseri, figlia di Michele, l'orco reo-confesso dell'uccisione della quindicenne ragazza pugliese, o almeno era questa la sua posizione fino alle ore 23.30 del 15 ottobre, momento in cui è stato ufficicializzato il suo stato di fermo per concorso in omicidio e occultamento di cadavere dopo l'interrogatorio che si è tenuto presso la caserma dei carabinieri di Manduria. Un capo di accusa che da solo, mette i brividi.


Ma come, proprio lei, Sabina, cugina nonchè migliore amica di Sarah, avrebbe preso parte attivamente al suo vile assassinio? Gli inquirenti hanno prospettato una ricostruzione orribile: Sarah sarebbe stata condotta con la violenza nel garage dello zio, qui sarebbe stata trattenuta da Sabrina mentre Michele Misseri con una corda strangolava la piccola. Il movente dell'omicidio sarebbe da ricercarsi nelle molestie dello zio.

                           Sabrina Misseri: Viaggio Tra Bugie, Ipocrisie E Lacrime Che Oggi Sanno Di Falsità

Ora la vicenda sembra assumere contorni più lineari, era infatti apparso alquanto strano all'intera opinione pubblica il fatto che Sarah fosse scesa da sola nel garage dello zio, dovrebbe sarebbe stata a tu per tu con lui, indifesa, a contatto con colui che la molestava da tempo.

Ma come può un essere umano resistere al senso di colpa che porta dentro di sè a causa di una vicenda così brutale? come può riuscire ad ostentare tanta convinzione nel difendere la sua posizione al cospetto di inquirenti e giornalisti? Come può non cedere davanti ad una simile pressione? Sabrina Misseri infatti, dal carcere di Taranto in cui è stata reclusa, continua a professare la sua totale innocenza, dicendosi stupefatta delle dichiarazioni del padre e di non poter più essere in grado di chiamarlo papà ne corso di tutta la sua vita.

La madre di Sarah invece, rinchiusa nel suo dolore, si limita soltando a dichiarare che Sabrina, come la Franzoni, non confesserà mai e si continuerà a proclamare sempre innocente. Per gli inquirenti siamo giunti alla svolta decisiva di questa tremenda storia, ormai i confini dell'assassinio di Sarah sono stati delimitati con assoluta precisione.

Articolo scritto da Fusadeca - Vota questo autore su Facebook:
Fusadeca, autore dell'articolo Sabrina Misseri: Viaggio Tra Bugie, Ipocrisie E Lacrime Che Oggi Sanno Di Falsità
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • courtney
    #1 courtney

vergogna!

Inserito 15 novembre 2010 ore 18:33
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione