Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Sakineh: Commutata La Condanna A Morte Con La Lapidazione


8 settembre 2010 ore 20:35   di pallino  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 361 persone  -  Visualizzazioni: 704

L’Iran ha sospeso l’esecuzione del verdetto di lapidazione di Sakineh, la donna che era stata condannata per adulterio e per presunta complicità nell’uccisione del marito, dalle autorità iraniane. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri di Teheran Ramin Mehmanparast parlando ad una Tv locale: “Il verdetto riguardo la vicenda di tradimento extraconiugale e' stata bloccata ed' e' stata sottoposta a revisione”.

Sakineh Mohammadi Ashtiani, 43 anni era stata condannata nel 2006 a 99 frustate per una relazione illegale con due uomini. Inoltre era stata anche accusata di essere complice nell’omicidio di suo marito da parte da parte del cugino Issa Taheri che in effetti è stato condannato all’impiccagione. Allora, Sakineh era stata assolta dall’accusa di omicidio, ma dopo i giudici avevano riaperto il caso e avevano condannato la donna a dieci anni di prigione e poi alla lapidazione.


In questi giorni, grazie anche ai continui appelli del figlio della donna, l’opinione pubblica si è mossa in maniera massiccia per fermare questa atrocità del governo iraniano nei confronti di Sakineh.

Sakineh: Commutata La Condanna A Morte Con La Lapidazione

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è espresso in maniera molto chiara in proposito: “un atto altamente lesivo dei principi libertà e difesa della vita”. Anche il sindaco Alemanno ha gioito per la decisione di bloccare la sentenza: “e' un grande gesto di ragionevolezza da parte delle autorità iraniane e un'importante vittoria di tutti coloro che si sono mobilitati per la difesa dei diritti umani".

Anche il presidente della Commissione Europea, Jose' Manuel Barroso,in maniera molto dura, dicendo: “ Per l'Europa, essere un 'global player' significa lottare per i nostri valori. E i diritti umani non sono negoziabili. Sono scioccato per il modo in cui i diritti delle donne vengono violati in molti paesi. Sono disgustato quando sento che Sakineh Mohammadi Ashtiani e' stata condannata a morte per lapidazione. Questa e' una barbarie indicibile. Condanniamo questi atti, che non hanno alcuna giustificazione, sotto alcun codice morale o religioso''.

Articolo scritto da pallino - Vota questo autore su Facebook:
pallino, autore dell'articolo Sakineh: Commutata La Condanna A Morte Con La Lapidazione
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione