Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Si Riapre La Battaglia Sul Testamento Biologico


10 luglio 2011 ore 12:44   di Montalbano  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 332 persone  -  Visualizzazioni: 624

Il Parlamento sta per licenziare una legge sul testamento Biologico che rischia di riaprire una vera e propria guerra ideologica. Una legge che va contro quel 77% di cittadini italiani che, secondo un recente sondaggio Eurispes, vorrebbe decidere liberamente e senza condizionamenti esterni sulla fine della vita. Che nega il diritto di rifiutare trattamenti come l’alimentazione e l’idratazione forzata, escludendone il carattere terapeutico, andando così in contrasto con l’opinione delle società scientifiche e con l´evidenza ormai schiacciante della pratica medica. Si riapre perciò un fronte che già aveva fatto lungamente discutere all'epoca della morte di Eluana Englaro. Ancora una volta, un fronte parlamentare che ormai non ha alcun riferimento nel paese reale, dopo i risultati delle ultime elezioni e dei referendum, cerca di imporre ai cittadini una visione fondamentalista che tende soltanto a mantenere un legame con la parte più retriva della Chiesa cattolica.

Ma la cosa più incredibile, scandalosa addirittura, è che questa legge sta passando senza che nessuno si opponga. Neanche all'interno di quel centrosinistra che pure dovrebbe rappresentare in modo apprezzabile le istanze del fronte laico. Tanto che una delle voci più autorevoli della società civile che fa riferimento a quello schieramento, il professore Stefano Rodotà, in un articolo pubblicato su Repubblica il 7 luglio, si chiede e chiede:


"Perché l´opposizione, oltre ad impegnarsi in una purtroppo vana battaglia di emendamenti, non ha praticato nemmeno per un minuto un ostruzionismo che avrebbe almeno avuto la funzione di informare l´opinione pubblica del gravissimo scippo che si sta consumando a danno di tutti? Il Pd continua a rimanere prigioniero delle sue divisioni interne, che sono divenute un ostacolo alla cultura e alla ragione? Perché persiste il timore di dispiacere alle gerarchie vaticane, non al ricco e aperto mondo dei cattolici? Perché, soprattutto, a nulla è servita la lezione delle elezioni amministrative e dei referendum che mostrano una società viva, reattiva, alla quale bisogna fare appello tutte le volte che sono in questione i diritti fondamentali delle persone?"

E' una domanda che dovrebbero porsi in molti. Una delle domande fondamentali su un partito che dovrebbe proporre e rappresentare una reale alternativa alla pratica del berlusconismo, a livello sociale e di idee. E che invece, spesso, si riduce ad essere solo l'altra faccia della stessa medaglia, proponendosi solo come più efficace gestore dell'esistente. Un partito che troppo spesso, ormai, da' la netta impressione di rappresentare le istanze dei poteri forti economici ed ideologici che stanno trasformando il nostro paese nella punta di lancia del conservatorismo internazionale. E se questa è l'alternativa che il PD propone, è del tutto logico che sempre più persone guardino con speranza a liste che indicano un modo alternativo di fare politica, come quella che fa riferimento a Beppe Grillo o le liste civiche che stanno sorgendo sempre più numerose ed agguerrite in giro per l'Italia. E che rappresentano forse l'ultima speranza di tornare ad avere una politica al servizio dei cittadini, e non degli eletti.

Articolo scritto da Montalbano - Vota questo autore su Facebook:
Montalbano, autore dell'articolo Si Riapre La Battaglia Sul Testamento Biologico
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione