Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Strage Di Primavalle, Lollo Torna In Italia Per La Prescrizione Della Sentenza


16 gennaio 2011 ore 18:57   di icatian  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 374 persone  -  Visualizzazioni: 704

La notte del 16 aprile 1973 Achille Lollo ed altri militanti di Potere Operaio incendiarono la porta di casa di Mario Mattei, allora segretario della sezione di Primavalle del MSI.I terroristi posizionarono una tanica di benzina davanti alla porta del segretario Mattei collegandola ad un ordigno artificiale e le fiamme invasero in pochi minuti tutta l’abitazione.

Mattei, la moglie e quattro dei sei figli riuscirono a mettersi in salvo lanciandosi dalla finestra, invece per Virgilio di 22 anni e Stefano di 10 non ci fu niente da fare, non riuscirono a mettersi in salvo come il resto della famiglia e morirono carbonizzati dalle fiamme.


Nel processo di primo grado, l’accusa che fu ipotizzata era di strage e la pubblica accusa chiedeva la pena dell’ergastolo per i tre autori dell’attentato, ma gli imputati furono assolti per insufficienza di prove.

In secondo grado invece furono condannati a 18 anni per omicidio preterintenzionale , ma i tre non hanno mai scontato la pena perché Lollo rilasciato in attesa del processo di appello si diede alla fuga e si rifugiò in Brasile dove si è anche sposato, Grillo si rifugiò invece in Nicaragua e di Clavo si sono perse del tutto le tracce.

Nel 2005 la Corte d’Appello ha dichiarato prescritta la sentenza ed è stata archiviata perciò Lollo è potuto tornare in Italia come cittadino libero. Il 17 gennaio sarà ascoltato dal PM Luca Tescaroli come persona informata sui fatti e per far, forse, una volta per tutte chiarezza sulla strage di Primavalle.

Articolo scritto da icatian - Vota questo autore su Facebook:
icatian, autore dell'articolo Strage Di Primavalle, Lollo Torna In Italia Per La Prescrizione Della Sentenza
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione