Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Strangola Figlio Di 2 Anni Dopo Litigio Con La Moglie


30 giugno 2010 ore 20:11   di LollyMap  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 293 persone  -  Visualizzazioni: 524

Primi caldi, prime follie, come ogni anno. Sembra assurdo ma un uomo di 25 anni del Salento, dopo un litigio con la moglie, ha ucciso il figlio di due anni.

I carabinieri hanno ricostruito l'accaduto come un raptus, una lite familiare sfociata in un momento di rabbia, in cui il giovane avrebbe stretto le mani al collo del povero bambino, strangolandolo. Subito dopo essersi accorto della follia, avrebbe tentato di togliersi la vita a sua volta, tagliandosi i polsi.


Sembra che all'arrivo dei soccorsi l'uomo non abbia dichiarato subito la verità, ma avrebbe simulato un malore del piccolo. In realtà aveva avvisato la madre con una telefonata, preannunciandole il folle gesto, dopo un banale battibecco telefonico.

Il giovane era laureato da poco, senza un lavoro fisso, probabilmente per questo motivo a casa a tenere d'occhio il bimbo. Sembra che ci fossero da tempo dei motivi di discussioni sempre più frequenti, non solo con la convivente, ma anche fra le famiglie dei due. Al solito, le spese le fanno gli indifesi.

Sembra che il piccolo stesse dormendo, l'ultima speranza è che se ne sia andato senza soffrire, senza accorgersi che chi gli ha dato la vita, gliela stesse anche togliendo.

Sono strane coincidenze, ma appena il caldo comincia a farsi sentire sembra che alcuni cervelli non reggano, e partano per follie assurde. L'incubo peggiore è sapere che un genitore ha ucciso il proprio figlio, un gesto assolutamente contro natura, che chi ha commesso non potrà far altro che rimpiangere per tutta la vita.

Articolo scritto da LollyMap - Vota questo autore su Facebook:
LollyMap, autore dell'articolo Strangola Figlio Di 2 Anni Dopo Litigio Con La Moglie
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione