Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Terrorismo, Sei Marocchini Arrestati: Volevano 'punire' Il Papa


25 febbraio 2011 ore 10:41   di moma  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 225 persone  -  Visualizzazioni: 411

Il Papa, Benedetto XVI, era nel mirino del gruppo fondamentalista islamico Adl Wal Ihsane (Giustizia e Carità), del quale fanno parte i sei marocchini arrestati dalla Polizia di Stato di Brescia. Per cinque di loro sono stati disposti gli arresti domiciliari, mentre per il sesto è stata decisa la custodia cautelare in carcere.

Gli stranieri sono accusati di aver costituito un gruppo che aveva tra i propri obiettivi l'incitamento alla discriminazione e all'odio razziale e religioso, alla violenza e al jihad nei confronti dei cristiani e degli ebrei. Le indagini sui sei erano iniziate un anno fa.


Gli inquirenti così, dopo un anno di lavoro, hanno scoperto che i sei marocchini avevano formato, all' interno del movimento fondamentalista islamico Giustizia e Carità, un ulteriore movimento caratterizzato da estrema segretezza e all' interno del quale i figli dei partecipanti venivano educati all' odio verso la cultura occidentale e verso religioni non islamiche, ricorrendo, se fosse stato necessario, anche alla violenza.

In un taccuinio, trovato dagli inquirenti nascosto all' interno della fodera di un giacone di uno dei sei, erano annotati tutti i punti salienti degli argomenti oggetto di discussione nei loro incontri. Tra le varie note c' erano molti riferimenti al Papa e al giornalista Magdi Allam. Proprio il Papa era uno degli obiettivi del gruppo segreto, nato nel movimento Giustizia e Carità. Il motivo? Benedetto XVI per i sei sarebbe stato colpevole di avere convertito all' islam il giornalista, ed europarlamentare, Magdi Allam.

Articolo scritto da moma - Vota questo autore su Facebook:
moma, autore dell'articolo Terrorismo, Sei Marocchini Arrestati: Volevano 'punire' Il Papa
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione