Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Tutto In Fretta, Tutto In Rete, Tutto Virtuale. Perfino Il Sesso


5 giugno 2014 ore 12:27   di CristinaT  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 718 persone  -  Visualizzazioni: 1116

Il capitalismo corre. Corre e quando passa, lascia, ogni volta, una sua impronta indelebile e cumulabile con tutte le altre. Ogni volta che il capitalismo affonda la sua presa sul nostro modo di vivere, ogni volta che usa le sue logiche per giustificare il passaggio che trasforma tutto in "prodotto" in merce da fantascienza, ogni volta succede agli esseri umani che mentre sorreggono lo scheletro di un’innovativa, tecnologica e viziata sociètà, loro stessi perdono colpi. I colpi li perdono tutti.

Sembra esistere un processo inverso all’immissione dell’innovazione. Merce, merce che inonda il presente e il futuro, tecnologia innovativa, web, video su internet, blog (diari personali e virtuali), foto. Figli della novità.
E la vogliono a tutti i costi la novità. La cercano, la creano. Secondo alcuni studiosi del marketing, non esiste più quel mercato prepotente che un tempo sapeva come imporre i prodotti.


Adesso abbiamo le recenti generazioni, quelle che dettano le loro regole alle aziende, al mercato, perché hanno in mano il potere di "decidere" e chiedere solo quello che desiderano. Altrimenti l’azienda collassa, il mercato sbaglia.

E’ successo all’azienda Levi Strauss & Co, quando non è stata in grado di cogliere la nuova forma che doveva dare ai suoi modelli di jeans perché non venissero rifiutati dalle nuove generazioni, quelle che gli studiosi definiscono i figli del nuovo, del tutto e subito, quelli che hanno in mano e usano i soldi dei genitori.
Sono cambiati in pochi anni, usano internet come se fosse l’unico elemento davvero rilevante per ottenere tutto con velocità, abbreviano i tempi anche per creare "relazioni", non parlano più di persone ma di chat e nick, preferiscono tagliare la strada e aprirsi agli altri attraverso una realtà fittizia, anestetizzante per il cervello, ma veloce.

Basta fare un giro su Badoo, sito per incontri, per capire come questo strano e ipnotico sistema aggancia tutti crescendo ogni giorno a dismisura.
Tra le pagine di Badoo anche i ragazzi del sud, di tutta la Calabria. Basta scrivere Reggio Calabria, Condofuri, Siderno, Bova, Brancaleone, Locri…

Di tutte le età e di "tutti i tipi" e quasi tutti con foto, il tutto accompagnato anche da un profilo molto veloce, necessario a rendere più rapida la ricerca del prodotto più vicino ai propri gusti...
E’ tutto velocissimo. Tutto freddo e senza limiti.
Già, senza limiti e senza il calore umano. Sono davvero tanti ad aver provato anche il "sesso virtuale". Si aggancia tramite chat, si accende la web-cam, ci si vede sullo schermo e poi il resto. Badoo ne è solo un esempio.

Il computer è diventato per i figli della tecnologia la trasposizione della Piazza cittadina. La Piazza, cambia posizione, e porta da un’altra parte la sua fisicità e il suo significato di luogo in cui scambiare parole e centro nel quale condividere spettacoli ed eventi attraverso la presenza fisica delle persone.

La Piazza abbandona la città per spostarsi virtualmente nella regione del web. Tramite il computer, i ragazzi parlano, scrivono, si raccontano, s’incontrano, si conoscono, si descrivono, litigano, programmano eventi. Comunicano tramite battute sulla tastiera.
Tramite il computer mettono in scena lo spettacolo della loro vita.

Hanno creato una nuova forma di comunicazione mediatica. E poi lo sconfinamento nel basso, di alcuni. Si annoiano ed estremizzano il sistema.
Usano il web per farsi riconoscere come "bulli", come personaggi da imitare. Fanno i cattivi e ci provano gusto.
Peccato che le azioni riprese sono sempre più umilianti per loro stessi e forse anche per le loro famiglie. Sempre che se ne rendano conto i genitori!

Ed ecco che su youtube arrivano video di adolescenti che "giocano" a fare i potenti e vogliono essere visti dall’immenso popolo del web.
E sono anche ragazze i bulli di oggi.

Cosa sta cambiando in Italia? Da nord a sud?
Internet è utile per capire, molte cose, perché è specchio della reale ed effettiva società.
Riflette l’andamento e la "personalità di un sistema" macabro e devastante per i ragazzi di oggi.
E il Sud non è fuori da questa condizione. Non lo è affatto.
Perché?
Anche qui, la disattenzione verso chi ha il diritto di sbagliare ma anche d’imparare da qualcuno che faccia da guida.
E’ esploso il fenomeno, e se è successo c’è un motivo.
Di mezzo c’è la troppa rassegnazione e indifferenza degli insegnanti e a volte l’atteggiamento di genitori sempre a difesa dei propri figli, anche quando sbagliano di grosso.

Comportamento, quello delle famiglie, che agisce sui ragazzi portandoli alla perdita del contatto con la realtà, rendendoli chiusi e indifferenti alla verità, indifferenti al tentativo di "riconoscere" gli errori, contrari all’obiettività e sempre più aggressivi nel chiedere solo per avere.

Il bullismo è una forma di criminalità, pesante, è una forma di abuso, si tratta di una vera e propria strategia coercitiva. Questo se lo devono mettere bene in testa i genitori e le "scuole".
Si tratta di azioni che offendono, umiliano fisicamente e annullano psicologicamente la vittima. E si parla di ragazzi giovani ma già vittime.
Vittime nascoste dalla vergogna, in molti casi.
No, così non può funzionare.

Allora una buona azione per partire con un nuovo metodo potrebbe anche essere: informarsi di più e seguire la guida del nuovo sito istituito dal Ministero della P.I.: http://www.smontailbullo.it/webi/ . E’ necessario agire sul branco e spezzare quel legame malato che difende il gruppo dalla paura. Si deve spezzare l’imperativo dell’io voglio, insegnare a desiderare.

di Cristina turano

Articolo scritto da CristinaT - Vota questo autore su Facebook:
CristinaT, autore dell'articolo Tutto In Fretta, Tutto In Rete, Tutto Virtuale. Perfino Il Sesso
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • FP
    #1 FP

Uno spiraglio di luce su problemi concreti del mondo reale, con tono surreale e poetico, ma concreto e fattivo... coinvolgente! Ma soprattutto utile. Come il link a smontailbullo! Brava Chry!

Inserito 10 giugno 2014 ore 11:30
 
  • Candida
    #2 Candida

Niente di più veritiero..... Hai davvero centrato uno dei problemi più importanti individuato nella società di oggi ....uno di quei problemi che tale diventa o è già diventato perchè si è andati o si pensa di andare oltre i limiti.....

Inserito 10 giugno 2014 ore 14:40
 

Chiaro che, io, adoro la tecnologia!!! Adoro l'evoluzione ma nn l'esasperazione!!!

Inserito 10 giugno 2014 ore 22:37
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione