Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Un Buco Di Sei Metri Nella Montagna, Che Male C' è?


27 marzo 2010 ore 02:03   di matthew  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 445 persone  -  Visualizzazioni: 1588

MACUGNAGA (VERBANIA) - Una funicolare scavata nella roccia e nel ghiaccio, poi un trenino a cremagliera sempre sottoterra. Nove chilometri di sviluppo su un dislivello di 2140 metri (per arrivare ai 3610 del ghiacciaio dello Schwarzberghorn) con tre stazioni: partenza, arrivo e l’intermedia dedicata agli sciatori. E’ la metropolitana del Monte Rosa, linea 1 «Parete Est».

Poi (forse) verranno anche le altre: la 2 in Svizzera, la 3 per completare la circolare tra Valle d’Aosta, Alagna e ancora Ossola. Follia? Così pare a molti. Non a Giovanna Boldini, sindaco di Macugnaga, località turistica che fece affari d’oro negli Anni 70 e che è tornata famosa per i ritiri estivi del Torino. Boldini ci crede così tanto che ha coinvolto un gruppo d’imprenditori senza paura di scatenare in Ossola l’effetto No Tav. Niente nomi degli sponsor: «Non è ancora il momento. Sono 5-6, tutti del settore delle grandi costruzioni. L’uomo di riferimento è un manager romano, ci sono anche banche internazionali». Insieme sarebbero disposti a mettere sul tavolo i 350 milioni necessari.


Boldini garantisce sulla provenienza dei soldi, tutti made in Italy: «Si erano fatti avanti dei vietnamiti. Troppo insistenti, troppo tutto, non mi hanno convinta». Che non sia solo un sogno lo dimostrano i documenti. Sindaco e segreti partner hanno preparato un dossier. Lavorano da mesi. Qualche tempo fa le presentazioni (a Stresa e a Milano), dove i più sono andati solo per dovere e col pensiero «massì, lasciamoli giocare». Adesso si è arrivati al dunque. Entro fine mese i finanziatori si riuniranno per costituire la società con sede a Macugnaga: «Monterosa aering».

Oggi Boldini va a Torino, in Regione, per ottenere un appuntamento con la presidente Mercedes Bresso: «I romani, prima della firma, la vogliono incontrare. Andremo da lei con le idee chiare». La linea del governatore era stata: «Se non chiedete soldi pubblici procedete pure. Se il progetto passerà impatto ambientale e conferenze dei servizi avrete il via libera». Boldini è certa che non ci saranno problemi: «Cinque anni di lavoro, avvio del cantiere nel 2010».

E se l’ignoto romano, capofila dei soci, dovesse ritirarsi dopo il confronto con Bresso? «Non succederà, in ogni caso ho due alternative pronte. Le banche che abbiamo alle spalle non scherzano, hanno visto i possibili margini di profitto e vogliono giocare la partita».

Articolo scritto da matthew - Vota questo autore su Facebook:
matthew, autore dell'articolo Un Buco Di Sei Metri Nella Montagna, Che Male C' è?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione