Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Venezia Della Discordia: Italia Nostra Contro Il Governo


11 febbraio 2012 ore 21:59   di angelocerti  
Categoria Attualità e Gossip  -  Letto da 306 persone  -  Visualizzazioni: 513

Italia Nostra non ci sta e si schiera decisamente cotro le scelte del governo, soprattutto contro i progetti dell'esecutivo sul traffico portuale di Venezia. Il comunicato stampa a firma di alessandra Mottola Delfino, presidente nazionale di italia Nostra, e di lidia Fersuoch, presidente della sezione di Venezia, non ammette interpretazioni: due secchi “no”, al transito di grandi navi, e al depauperamento del patrimonio artistico veneziano.

Sotto accusa i piani dell'esecutivo che, all'indomani della tragedia del Costa Concordia, aveva avanzato il progetto di estromettere le grandi navi da crociera dal transito in laguna: Italia Nostra, pur approvando le motivazioni, ne critica alcune aspetti tecnici, che comporterebbero danni gravissimi al bacino.


Non è possibile infatti riutilizzare come area portuale la piattaforma di cemento (11 ettari) di pellestrina, costruita per alloggiare i cantieri del MOSE: il MOSE sarà ultimato nel 2017 e fino a quella data il traffico portuale avverrrà attraverso un canale appositamente scavato all'interno della laguna, e attraverso il quale sarà consentito il passaggio delle grandi navi. Ma questo canale non cadrà in disuso nel 2017, ma continuerà anche dopo, e il timore è che il suo utilizzo finisca per incentivare, anziché diminuire il traffico dei giganti del mare.

La laguna è elemento imprescindibile di Venezia, e deve essere salvaguardata esattamente come il Bacino di San Marco; non solo, ma l'associazione invita a riflettere sulla possibilità di istituire un numero chiuso di visitatori per la città, al fine di preservarla dallo sfruttamento turistico.

Ed è proprio lo sfruttamento turistico della città e del suo patrimonio artistico, secondo italia nostra,a motivare la decisione del comune di Venezia che ha autorizzato la realizzazione della terrazza al Fontego Tedeschi. Il palazzo del 500 si trova nei pressi del ponte di Rialto: ora, l'amministrazione locale ha dato il via libera a Edizione Property (Gruppo Benetton) per la realizzazione della terrazza, su un progetto dell'architeto olandese Rem Koolhaas.

Italia nostra si è già rivolta alla sovrintendenza perchè essa blocchi il progetto e si dice pronta, se del caso, a rivolgersi all'UNESCO.
La battaglia per Venezia è appena cominciata.

Articolo scritto da angelocerti - Vota questo autore su Facebook:
angelocerti, autore dell'articolo Venezia Della Discordia: Italia Nostra Contro Il Governo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • giancarlo
    #1 giancarlo

Voglio solo dire a Italia Nostra di pensare a quante persone vivono con l'attività portuale crocieristica a Venezia e a quanto indotto economico circoli nella città con tale attività. Non possiamo vivere solo di musei, salvaguardare va bene ma rispettando anche le attività economiche. Altrimenti crolla tutto!

Inserito 13 febbraio 2012 ore 12:46
 

Caro Giancarlo condivido, ma solo in parte il tuo commento. Certo, dietro certe prese di posizione sarebbe consigliabile una maggiore sensibilità verso il mondo del lavoro e dell'impresa: Venezia non può continuare a vivere se viene smantellata anche una parte del suo tessuto socio economico. Ma è anche vero che è necessario, proprio per preservare la ricchezza della città, regolamentarne lo sfruttamento. I crocieristi potranno godere di Venezia anche senza entrare in laguna con mostri da 100.000 tonnellate. Non è più romantica una passeggiata per le calli? ;-)

Inserito 13 febbraio 2012 ore 13:21
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Attualità e Gossip
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione