Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Autisti Folli: Cosa Succede Sulle Nostre Strade?


29 aprile 2015 ore 11:09   di KungFuGirl  
Categoria Auto e Moto  -  Letto da 541 persone  -  Visualizzazioni: 920

Due episodi in poco tempo testimoniano, forse, l'elevatissimo grado di stress che si vive alla guida, soprattutto da parte di chi vive per guidare e guida per vivere.
ll primo, verificatosi a inizio aprile a Roma, ha avuto per protagonisti un tassista ed un anziano. Il 65enne, in auto con il figlio disabile, si è avvicinato con la sua auto al parcheggio dei taxi in piazza Barberini ed ha chiesto di poterla parcheggiare un attimo, giusto il tempo di poter acquistare i medicinali nella vicina farmacia.

A questo punto, stando a quanto ricostruito dalla stampa e dagli inquirenti, uno dei tassisti gli si sarebbe avvicinato, intimandogli di allontanarsi immediatamente e, dopo uno scambio verbale, avrebbe preso a spintonarlo, facendolo cadere a terra. Il tassista si sarebbe poi allontanato a bordo della propria vettura, lasciando l'anziano a terra, mentre i testimoni della scena hanno provveduto a soccorrere l'anziano e segnalare l'accaduto al 113.


Il pestaggio, ripreso anche da alcune videocamere di sorveglianza, e raccontanto agli inquirenti dai testimoni, ha permesso di rintracciare l'aggressore: un 37enne romano. L'anziano, ricoverato in ospedale in seguito alle gravi lesioni riportate come conseguenza del pestaggio (trauma cranico, frattura di un femore e varie contusioni facciali), ha in seguito anche detto di essere stato offeso dal tassista, il quale avrebbe detto qualcosa come "Hai pure un figlio mongoloide", frase che l'ha ferito come i pugni e gli spintoni presi.

Il secondo caso che ha dell'incredibile ha per protagonisti una giovane ragazza ed un autista di autobus, per la precisione sulla linea 98 che collega Bologna a Castel Maggiore. Sull'episodio indagano i Carabinieri, ma stando a quanto riportato dagli organi di stampa pare che, arrivati al capolinea, la studentessa - italiana di origini marocchine - sarebbe stata malmenata ed insultata, anche con frasi razziste, dal conducente.

"Quando la corriera è arrivata al capolinea, io sono scesa per ultima - ha raccontato Tellage Hajar, la studentessa aggredita, a Il Resto del Carlino - Mentre avevo già un piede sulla scaletta, l'autista ha prima accelerato e poi inchiodato. Gli ho chiesto cosa stesse facendo e lui ha risposto 'la prossima volta ti muovi, tro...' e io gli ho risposto per le rime, dicendogli 'ma stai zitto, idiota', poi sono scesa. Pensavo che la cosa fosse finita lì, invece me lo sono trovata addosso. Mi ha dato due schiaffi, che ho parato con le braccia. Allora ha preso la rincorsa e mi ha sferrato un calcio potentissimo, con lo scarpone antinfortunistica, al basso ventre. dicendo 'Brutta scimmia, torna al tuo paese. Ti mando all'ospedale'. Ho sentito un male terribile, sono caduta a terra battendo la schiena sul marciapiede e non sono più riuscita a muovermi".

Due casi diversi, accomunati solo dal fatto di avere per protagonisti autisti di mezzi pubblici che aggrediscono con violenza del tutto ingiustificata. Non si può parlare di razzismo, visto che nel primo caso l'aggredito era un italiano, e neppure di aggressione agli anziani, considerato che nel caso di Bologna la vittima è una studentessa appena maggiorenne. L'unico elemento comune, oltre alla brutalità delle aggressioni, è la professione dei violenti: persone che guidano per vivere e che, ogni giorno, affrontano il traffico delle nostre città. Verrebbe da dire: meglio andare in bicicletta.

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Autisti Folli: Cosa Succede Sulle Nostre Strade?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione