Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Ibrido, Questo Sconosciuto


25 agosto 2010 ore 01:25   di marcomarani  
Categoria Auto e Moto  -  Letto da 298 persone  -  Visualizzazioni: 574

Sono ormai sul mercato diverse automobili che fanno uso di tecnologia ibrida, Ma molto spesso si fa molta confusione parlando di questo argomento.

Come prima cosa definiamo un motore ibrido: un motore termico associato ad un motore elettrico alimentato da batterie.
A questo punto è necessario fare una prima distinzione perchè possiamo avere tre gradi di “ibridazione”: Piena o Full, leggera o Mild, minima o micro ibrida.


Le differenze fra i tre tipi appena elencati consiste nella potenza erogata dai due sistemi e nella capacità di immagazzinare la corrente.

I sistemi ad ibridazione piena sono quei sistemi dove la potenza erogata dai motori elettrici è tale da consentire all’automobile di procedere utilizzando solamente quel tipo di propulsione. Seppur per alcuni chilometri, l’automobile è in grado di viaggiare sfruttando i motori elettrici. Un esempio di questo tipo di tecnologia è dato dai modelli Toyota come la Prius e dai modelli Lexus come la RX450h e GS450h. Il rapporto fra la potenza a disposizione data dal motore termico e dal motore elettrico è di circa un 60% - 40%.
Questo porta ad una drastica riduzione dei consumi ma anche ad un aumento dei prezzi abbastanza elevato.

I sistemi ad ibridazione leggera differiscono dai primi per una minore potenza ottenuta dal motore elettrico. In questo caso l’automobile non è in grado di procedere senza utilizzare il propulsore termico. L’uso di questa tecnologia comporta una riduzione dei consumi ed un incremento di coppia motrice che aumenta il piacere di guida. Ormai molti produttori hanno abbracciato questa tecnologia basti pensare a Ferrari con la 599 HY-KERS presentata a Ginevra anche se solo come prototipo.

Ibrido, Questo Sconosciuto

Ma anche Mercedes, Porsche ed Honda hanno autovetture di serie con questa tecnologia. Il rapporto di potenza ottenuta dai due motori è in questo caso diversa: parliamo di un 85% - 15%. Il prezzo risulta di poco più alto, i consumi calano così come le emissioni. Questa strada sarà molto probabilmente la più utilizzata per ridurre le emissioni di CO2 in motori dalle grosse potenze.
I sistemi ad ibridazione minima hanno una potenza prodotta dal propulsore elettrico molto ridotta e molto spesso vengono confuse con le “micro hybrids” associate alla funzione start-stop. Questa funzione, pur essendo presente anche in molti autoveicoli ibridi, è ottenuto con componenti tradizionali e non con l’utilizzo di un motore elettrico.
Al momento attuale stanno anche nascendo le prime automobili elettrice al 100% ed una nuova generazione di automobili chiamate EREV.
Ma di questo parleremo in un altro articolo.

Articolo scritto da marcomarani - Vota questo autore su Facebook:
marcomarani, autore dell'articolo Ibrido, Questo Sconosciuto
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione