Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Breve Esperienza Di Renault Con Gli Scooter


13 novembre 2012 ore 19:46   di dariomontrone  
Categoria Auto e Moto  -  Letto da 1186 persone  -  Visualizzazioni: 1764

Non solo BMW, Honda, Peugeot e Suzuki. Anche Renault ha affiancato la produzione di scooter al proprio business principale, ovvero la produzione di automobili. La Casa francese decise di entrare nel settore delle due ruote durante la primavera del 2000, quando fu stipulato l’accordo industriale con Benelli. I vari modelli di scooter con il brand Renault sarebbero stati prodotti nell’impianto di Pesaro, mentre il design sarebbe stato curato da Patrick Le Quément che aveva curato lo stile eccentrico delle varie Avantime, Mégane II e Vel Satis. I primi modelli di scooter di Renault furono presentati nel 2001, quando l’intera gamma debuttò sul mercato francese.

Sull’onda del successo registrato in Francia, nel 2002 Renault decise di commercializzare i propri scooter anche in Italia. La gamma era composta da 4 modelli: l’economico Campus con il motore 50, lo Specimen a ruote alte con i propulsori 50 e 100, il Kouranos nelle versioni 125, 150 e 250, affiancati dal particolare Fulltime proposto nelle versioni 125 e 150. Questi scooter derivavano, rispettivamente, dai Benelli Naked, Pepe, Velvet e Adiva, quest’ultimo caratterizzato dalla presenza del tetto ripiegabile nel bagagliaio.


L’obiettivo di vendite per il 2002 sul mercato italiano fu fissato a 3.000 esemplari e l’anno successivo Renault prevedeva di vendere circa 4.000 unità dei propri scooter. Tuttavia, l’iniziativa non ebbe successo nel nostro Paese. Infatti, dopo il debutto nel 2003 del modello sportivo Campus Liquid Cooled che derivava dal Benelli 491 e proposto anche nella versione speciale Replica con la colorazione della monoposto Renault Sport di Formula 1, gli scooter della Casa francese scomparvero nel corso del 2004, finendo presto nel dimenticatoio. Sul progetto scooter di Renault influì anche la crisi finanziaria che colpì Benelli, acquisita nel 2005 dal gruppo cinese Qinjiang che abbandonò la produzione in Italia per trasferirla in Cina.

La Breve Esperienza Di Renault Con Gli Scooter

L’accordo tra Renault e Benelli non prevedeva solo operazioni di rebadging degli scooter del costruttore italiano, ma anche progetti specifici per la Casa transalpina. Infatti, il Renault Fulltime sarebbe stato proposto nella versione ‘furgone’ con la denominazione Groomy, ma i progetti più interessanti riguardavano il maxi scooter di lusso e lo scooter Ublò a 3 ruote che avrebbe fatto concorrenza diretta al Piaggio MP3 puntando su due caratteristiche peculiari, vale a dire il telaio in alluminio e l’innovativo airbag frontale alloggiato nel manubrio.

Articolo scritto da dariomontrone - Vota questo autore su Facebook:
dariomontrone, autore dell'articolo La Breve Esperienza Di Renault Con Gli Scooter
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione