Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Fiat Freemont E' Ancora Un'automobile Italiana?


11 aprile 2011 ore 03:38   di petardo  
Categoria Auto e Moto  -  Letto da 1052 persone  -  Visualizzazioni: 2021

Da oggi è possibile acquistare la nuova autovettura Fiat Freemont, che si potrà vedere però solo dal 28 e 29 maggio, in occasione del “porte aperte”. In realtà questo modello si è gia’ visto in anteprima al salone di Ginevra di quest’anno.

Penso che sia la prima volta che la Fiat usa un nome non italiano per identificare un modello. Freemont, in realtà, pur essendo un po’ assonante a “Vermont”, non significa assolutamente nulla. E’ del tutto inventato. A detta dei creativi che l’anno scelto, “Il nome Freemont richiama il senso di libertà, di piacere di vita all'aperto, di avventura e di possibilità di affrontare senza ansia qualsiasi situazione che si presenta nel vivere quotidiano. Il nome stesso e il termine “free” rimanda anche alla versatilità del prodotto, alla libertà di movimento che ti permette di andare con chi vuoi dove vuoi senza compromessi.” … Mah, sarà…


Con circa 25.700 euro (prezzo base, senza accessori e solo con colore bianco “idealista”) ci si porta a casa un SUV (o, meglio, “crossover”) che, di Fiat, almeno esternamente, ha veramente poco. Piuttosto imponente, dall’espressione aggressiva, squadrata, decisamente americana. E’, infatti, il primo modello nato dalla partnership Fiat-Chrysler.

Effettivamente alla Fiat un SUV non lo avevano ancora pensato… Cosa c’e’ di più semplice quindi di sfruttarne uno, gia’ bell’e pronto, progettato e costruito dalla casa (confratella) americana?

Un ritocchino al frontale, uno al posteriore, il logo dei marchi, qualcosa, forse, negli interni ed ecco che la Dodge Journey (in catalogo Chrysler dal 2008) diventa Fiat Freemont.

La Fiat Freemont E' Ancora Un'automobile Italiana?

Il motore (almeno quello) pare sia il Multijet Fiat da 2 litri, ma ci si aspetta in futuro anche la versione con il 3.6 litri originale Chrysler.

E’ costruita in Messico.

Che cosa rimane della Fabbrica Italiana Automobili Torino? E’ anacronistico, come i sindacati, almeno così dice, sui sindacati, l’amministratore delegato Marchionne…
Si dovrebbe cambiare il nome della ditta: da “Fiat” a “Fa”…

Come la prenderanno gli italiani con questo cambio di strategie del gruppo? Cosa penseranno di una Fiat sempre meno italiana e sempre più americana? Cambieranno le strategie anche loro?

Anche se gia’ oggi molti modelli non sono costruiti in Italia, un certo feeling “nazionalistico” era rimasto. Infatti, attualmente, in Italia, si vende ben il 30% delle auto vendute da Fiat nel mondo. Una disaffezione dell’italiano medio al marchio di casa potrebbe costare caro.

Io personalmente, se dovevo scegliere tra 2 autovetture più o meno equivalenti, una italiana e l’altra no, propendevo per quella italiana, per cui, nella mia vita, ho comprato ben 6 autovetture Fiat.

Non lo so se sarà ancora così, e Marchionne, con le sue uscite sibilline, non certo amichevoli verso il paese Italia e verso i lavoratori, non fa che peggiorare la mia propensione all’acquisto futuro di Fiat.

La Fiat Freemont E' Ancora Un'automobile Italiana?

Articolo scritto da petardo - Vota questo autore su Facebook:
petardo, autore dell'articolo La Fiat Freemont E' Ancora Un'automobile Italiana?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione