Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Mercato Auto Aprile: - 2, 2%


2 maggio 2011 ore 20:15   di nogoidea  
Categoria Auto e Moto  -  Letto da 450 persone  -  Visualizzazioni: 1027

Il dato di vendita di aprile era atteso con trepidazione, essendo il primo confrontabile con un mese – quello di aprile 2010 – non condizionato dagli incentivi 2009, la cui coda si è appunto trascinata fino a tutto il primo trimestre dello scorso anno.

Il responso è tutt'altro che positivo. Anche ad aprile si è registrato un calo delle immatricolazioni, il fatto che sia limitato ad un -2,2% non nasconde la dura realtà: con 157.309 vetture nuove immatricolate, si scende sotto quota 160mila per la prima volta in 15 anni.


Se poi si analizzano i dati delle vendite relative ai primi 4 mesi (diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e elaborati dall'UNRAE), il dato è deprimente: -19%, -157.152 vendite. Oltre a ciò economia e politica non aiutano di certo – come ricordato dal Direttore Generale dell'UNRAE Gianni Filipponi –, visto che all'aumento dei prezzi del petrolio vanno sommati l'innalzamento dell'accisa sui carburanti e l'aumento (in taluni casi smisurato) dell'IPT (Imposta Provinciale di Trascrizione).

Per quanto riguarda i vinti e i vincitori, Fiat (-14,9%), Ford (-9,8%) e Peugeot (-17,6%) hanno fatto riscontrare i dati peggiori, mentre hanno chiuso positivo Alfa Romeo ( 49,5%), Dacia ( 46,2%), Hyundai ( 104,9%), Volkswagen ( 11,3%).

Mercato Auto Aprile:  - 2, 2%

Nella Top Ten dei modelli, Panda supera Punto ed è la vettura più venduta in Italia nel mese di aprile (con 10.762 immatricolazioni), mentre Fiat 500 si riappropria della terza posizione. Evidentemente il dato fortemente negativo del marchio Fiat è dovuto alla perdita dei volumi di Croma e Multipla (uscite di scena), e alla scarsa tenuta di Fiat Bravo (che scende dal 6.o al 7.o posto nel proprio segmento).

Per quanto riguarda le vetture diesel (che quest'anno hanno superato quota 55%, contro un 48% dello stesso periodo 2010), Giulietta ad aprile è risultata terza (nel quadrimestre è al secondo posto), visto che Qashqai ha conquistato la seconda posizione. Fiat Punto rimane il modello a gasolio più venduto in Italia.

Nella classifica delle bestseller dei segmenti, la situazione in vetta cambia poco. Nel segmento A Fiat Panda e 500 sono sempre prima e seconda, seguite da Smart ForTwo. Anche nel segmento B Fiat guida la classifica con Punto, seguita da Fiesta, mentre Ypsilon cede il terzo posto (in attesa della nuova 5 porte di Lancia) a Volkswagen Polo. È nei segmenti superiori che Fiat (storicamente) performa meno: i segmenti C e D sono onfatti ad appannaggio di Volkswagen (ancora una volta!), con Golf e Passat rispettivamente, nel segmento E BMW Serie 5 è prima, mentre nel segmento F Porsche risulta essere prima e seconda, con 911 e Panamera.

Mercato Auto Aprile:  - 2, 2%

Articolo scritto da nogoidea - Vota questo autore su Facebook:
nogoidea, autore dell'articolo Mercato Auto Aprile:  - 2, 2%
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione