Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Tuning Dei Freni. Partita La Liberalizzazione Del Mercato


15 settembre 2010 ore 16:04   di salegrosso  
Categoria Auto e Moto  -  Letto da 655 persone  -  Visualizzazioni: 1319

Sono state rese pubbliche e riportate nella Gazzetta Ufficiale del 9 settembre scorso le nuove disposizioni del Codice della Strada in materia di sistemi frenanti per motoveicoli e per autoveicoli. Queste disposizioni, contenute nei decreti 147 (disposizioni per i motocicli) e 148 (disposizioni per le autovetture) del 5 agosto 2010 del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, saranno applicabili dal 24 settembre.

Queste disposizioni riguardano la liberalizzazione del mercato dei sistemi frenanti per auto e moto, che da quella data sarà possibile acquistare in “after market”, già omologati, pronti per essere montati. Saranno venduti in kit, testati ed omologati e potranno essere prodotti sia dalle Case automobilistiche, sia da produttori terzi.


Si tratta di un provvedimento che mira a liberalizzare (e ad uniformare agli altri paesi europei) un settore che finora era quasi completamente ingessato: per poter installare un diverso impianto frenante nella propria auto era necessaria un'autorizzazione della Casa costruttrice, cosa che di fatto impediva all'utente privato di migliorare le prestazioni (e la sicurezza) della propria vettura o della propria moto. In caso contrario, le pene previste dal legislatore erano molto severe. Le uniche alternative legali all'impianto frenante di serie, disponibili solo per poche Case sportive (Porsche, Ferrari, Maserati ecc) erano impianti frenanti ultra prestazionali forniti dalle stesse Case, con costi non indifferenti.

Tuning Dei Freni. Partita La Liberalizzazione Del Mercato

Dal 24 settembre l'automobilista potrà acquistare dei kit omologati dal ministero dei trasporti, farli montare da un installatore qualificato e infine dovrà recarsi presso l'ufficio della Motorizzazione Civile per effettuare il collaudo e per aggiornare la carta di circolazione del mezzo. Certo, rispetto alla situazione attuale è un bel passo avanti, ma si è costretti comunque a passare per la Motorizzazione per la certificazione; sarebbe auspicabile che il legislatore in futuro preveda la possibilità che anche enti privati possano certificare le modifiche, rispettando chiaramente una normativa chiara e rigida.

Articolo scritto da salegrosso - Vota questo autore su Facebook:
salegrosso, autore dell'articolo Tuning Dei Freni. Partita La Liberalizzazione Del Mercato
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Auto e Moto
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione