Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

L' Apocalisse Sul Grande Schermo: Cercasi Amore Per La Fine Del Mondo


2 aprile 2013 ore 09:41   di Elenyx  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 379 persone  -  Visualizzazioni: 617

Quante opportunità buttiamo via ogni giorno? Quante parole non dette, quante occasioni mancate? E se, invece, sapessimo l’esatto momento in cui la nostra esistenza è destinata a finire, cambieremmo qualcosa nel nostro modo di agire? Cercheremmo di rimediare agli errori commessi o penseremmo solo a riempire di cose mai fatte prima le ultime ore della nostra vita? Il cinema ha cercato spesso di rispondere a queste domande, soprattutto negli ultimi anni, complice l’avvicinarsi del fatidico 21.12.12 e della – mancata – profezia Maya. "Cercasi amore per la fine del mondo", della regista statunitense Lorene Scafaria, cerca di trovare le risposte indagando a fondo nella solitudine dell’animo umano.

Dodge, che ha il volto di Steve Carell, è appena rimasto solo, perché la moglie l’ha piantato decidendo di trascorrere gli ultimi 21 giorni della sua vita con un uomo che – forse – ama davvero. Il gigantesco meteorite Mathilda è in rotta di collisione con la Terra e l’ultima speranza, riposta nella missione di uno shuttle, è fallita tragicamente. Così ognuno compila la propria lista di cose da fare prima della fine: c’è chi falcia l’erba, chi può scegliersi la promozione sul lavoro, chi si costruisce il rifugio sotterraneo, chi passa il tempo tra droga e orge, chi noleggia assassini. E chi farebbe qualsiasi cosa per trascorrere gli ultimi granelli della clessidra con le persone che ama davvero. Quando Dodge viene a sapere che la sua fidanzata storica si era rifatta viva ma che la lettera si era persa nel caos esistenziale della vicina di casa Penny, una Keira Knightley un po’ sopra le righe, decide di partire alla ricerca dell’amore passato. In compagnia di Penny e del cagnolino Sorry, Dodge intraprende un viaggio lungo un’America spaventata e inerme, alla ricerca di un aereo privato che riporti Penny dalla sua famiglia in Inghilterra e dell’occasione di riprendere il discorso interrotto con il vecchio amore


Sullo sfondo si srotola un’umanità smarrita, riflessa nello sguardo perso di Dodge; un’umanità che si rende conto di aver gettato al vento troppi momenti preziosi, simboleggiata perfettamente dalla malattia di Penny, che, a volte, crolla in un sonno lunghissimo e fatica a svegliarsi. Perché è questo che facciamo di solito: dormiamo. Sia realmente che metaforicamente. Rimandiamo. Slittiamo. Non ci accorgiamo di quel che la vita ci offre. Lo facciamo per paura, per pigrizia, per autocommiserazione. Troviamo scuse per non essere felici, come Dodge scegliamo la tranquillità per non affrontare il rischio di dover vivere.

Il film ha i suoi momenti alti, come la ragazza che a una festa sceglie di mettere "i vestiti e i gioielli che non aveva mai osato indossare" o la domestica che sceglie di vivere gli ultimi giorni della sua vita pulendo, perché è ciò che ha sempre fatto; momenti intensi racchiusi nella serenità di una giornata in spiaggia. Non vuole essere originale e non mira a sradicare le fondamenta della cinematografia statunitense per costruire un nuovo modo di comunicare. Alle volte, i caratteristi di contorno suonano più veri dei due protagonisti, come uno stralunato e piagnone Adam Brody, qui nei panni del fidanzato della protagonista, che usa Penny come scudo umano durante una rivolta. Tuttavia, merita una chance: è un film sulle occasioni mancate, sul tempo perduto, e che sa trasformare la malinconia della solitudine in catarsi.

Articolo scritto da Elenyx - Vota questo autore su Facebook:
Elenyx, autore dell'articolo L' Apocalisse Sul Grande Schermo: Cercasi Amore Per La Fine Del Mondo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione