Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Che Fine Ha Fatto Il Rondò Veneziano?


10 aprile 2015 ore 12:57   di KungFuGirl  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 906 persone  -  Visualizzazioni: 1284

Abiti sontuosi e musica barocca che si fonde con sonorità pop: i Rondò Veneziano sono nati nel 1979 ed hanno segnato gli anni '80, mietendo successi e conquistando un vastissimo pubblico. In quella che era l'epoca della musica da discoteca generata col computer, questo gruppo di musicisti ha rappresentato un ritorno all'autenticità senza per questo rinunciare alla modernità ed all'evoluzione della musica.

Il primo album, intitolato "Rondò veneziano", è uscito nell'ottobre del 1980 mentre la prima apparizione pubblica del gruppo avvenne sugli schermi di Domenica In nel 1981 e fu subito un successo: gli abiti e le parrucche del XVIII secolo indossati dall'orchestra erano di grande impatto ed andavano ad accrescere il fascino suscitato da sonorità che si pensavano ormai perse per sempre o decisamente troppo noiose per poter essere apprezzate dal pubblico giovane e grintoso degli anni '80.


A sorpresa, invece, il vastissimo repertorio, con composizioni ispirate a Vivaldi, Albinoni, Boccherini ed al tardobarocco europeo (che porta la firma di Gian Piero Reverberi, ideatore del gruppo), conquistò il pubblico e vendette qualcosa come 25 milioni di dischi in tutto il mondo. Ma che fine ha fatto, oggi, quell'orchestra composta da 20 accompagnatori e 9 solisti? Intanto va detto che molte variazioni sono avvenute all'interno di quello che era l'embrione originario dei Rondò Veneziano, composto da un'orchestra sinfonica genovese, un batterista ed un bassista conoscenti del Maestro Reverberi che realizzò i primi quattro brani da proporre all'etichetta musicale Baby Records.

Ancora oggi l'organico dei Rondò Veneziano è formato da tre violini, una viola, un violoncello, un oboe ed un flauto traverso, con l'aggiunta di due strumenti pop come il basso elettrico e la batteria; organico che si amplia notevolmente durante le sessioni di studio. Spariti dalle scene italiane, i Rondò Veneziano continuano a mietere successi all'estero ed hanno un calendario fitto di appuntamenti che li vedrà, ad esempio, il 16 aprile a Galgenen in Svizzera, il 17 aprile a Fielderstadt in Germania, il 18 aprile ad Erfurt ed il 19 a Greiz, sempre in Germania.

Ma perchè questo gruppo, tanto apprezzato all'estero ed i cui dischi vengono sempre accolti da un buon successo, non si esibisce più in Italia? Alla domanda, posta da Adnkronos alcuni anni fa, aveva risposto lo stesso Maestro Reverberi: "Perchè ci esibiamo quasi solo in Germania? Il motivo è semplice: i tedeschi hanno i teatri sinfonici, noi no. In Italia siamo troppo dipendenti dai teatri d'opera, che hanno le loro stagioni e soprattutto sono troppo burocraticizzati, senza quella versatilità che sarebbe invece necessaria per abbracciare tutta la musica".

Che Fine Ha Fatto Il Rondò Veneziano?

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Che Fine Ha Fatto Il Rondò Veneziano?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione