Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Cinema - Maschi Contro Femmine, Una Commedia Bifronte


25 ottobre 2010 ore 13:08   di blackstar  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 931 persone  -  Visualizzazioni: 1862

Il regista Fausto Brizzi ha deciso di far iniziare il suo film con una frase di Massimo Troisi: “un uomo e una donna sono le persone meno adatte a sposarsi tra di loro”, tratta dalla scena finale di “Pensavo fosse amore invece era un calesse”. Il suo “Maschi contro femmine”, prima parte di un dittico che si concluderà nel febbraio 2011 con lo speculare “Femmine contro Maschi”.

Due pellicole in cui l’agguerrita triade di sceneggiatori (il regista Brizzi, Marco Martani e Massimiliano Bruno) è diventata un quartetto grazie all’arruolamento di Pulsatilla, chiamata a testimoniare in fase di scrittura il mistero e l’insondabilità dell’universo femminile. Dopo i due fortunati film adolescenziali della serie “Notte prima degli esami” Brizzi & Co. hanno iniziato a interessarsi ai problemi sentimentali degli adulti già con il popolare “Ex” e ora chiudono il cerchio, cercando di fornire una visione il più possibile equidistante dell’eterno conflitto tra uomini e donne.


In uscita il 27 ottobre in ben 600 copie, “Maschi contro femmine”, con un cast eterogeneo che comprende Paola Cortellesi, Fabio De Luigi, Alessandro Preziosi, Carla Signoris, Sarah Felberbaum, Chiara Francini, Francesco Pannofino, Lucia Ocone, Paolo Ruffini, Nicolas Vaporidis e Giorgia Wurth, vede le partecipazioni speciali di Claudio Bisio, Nancy Brilli, Giuseppe Cederna, Luciana Littizzetto, ed Emilio Solfrizzi, che saranno protagonisti, con Ficarra e Picone, del secondo e conclusivo episodio della saga, attualmente in fase di postproduzione.

Cinema - Maschi Contro Femmine, Una Commedia Bifronte

“i film li abbiamo girati simultaneamente”, racconta Brizzi, “anche se entrambi sono prodotti da Fulvio e Federica Lucisano per IIF Italian International Film, questo è distribuito da 01, mentre il prossimo sarà distribuito da Medusa, perché Ficarra e Picone hanno con questa società un contratto di esclusiva che va rispettato”.

In “Maschi contro femmine” assistiamo a diverse declinazioni di turpitudine maschile (nel sequel ci saranno mostrate le miserie femminili): la coppia De Luigi/Ocone finita in astinenza sessuale a causa della nascita del primo figlio e lui, allenatore di una squadra di pallavolo femminile, che cede alle lusinghe della sua migliore giocatrice (Wurth), il tombeur de femmes Preziosi in perenne scontro con la vicina di casa Cortellesi, il terzetto di amici e compagni d’appartamento Francini, Vaporidis, Ruffini, che fronteggia l’inaspettato innamoramento della Francini e di Vaporidis per la stessa ragazza (Felberbaum), indecisa sulle sue inclinazioni sessuali, Carla Signoris, nei panni della madre di Vaporidis, che sorprende il fedifrago marito Pannofino (presidente della squadra di pallavolo allenata da De Luigi) con un’altra giocatrice, andando prima in depressione, tanto da pensare di farsi una plastica, per poi scoprire in Cederna un tenero corteggiatore.

Il tutto intervallato dalle partite a Risiko e Trivial Pursuit dei maschietti, dove si dispensano perle di saggezza utili per il “perfetto traditore”, fornite all’imbranato De Luigi da quelli che saranno i protagonisti del secondo film. “Il fatto che sul set i film fossero girati simultaneamente, per la gioia della segretaria di produzione, aveva creato una situazione bizzarra”, ricorda Brizzi, “ogni volta che un attore doveva recitare in quello che chiamava “il film degli altri” si divertiva a recitare malissimo il primo ciak. Il risultato di questo gioco è che ora ho una collezione di scene orribili di tutti quanti.

Nel caso di Carla Signoris è stata la prima volta che nel cinema si è dovuta usare una controfigura “peggiorativa”: lei sarebbe troppo bella per essere plausibile quando la vediamo dal chirurgo plastico Bisio”. Dal punto di vista tecnico, il film non ha risparmiato sugli effetti speciali, con la scena degli ambientalisti all’arrembaggio della baleniera giapponese nell’Artico girata al largo di Ancona e poi corretta in postproduzione, mentre le partite di pallavolo sono autentiche e girate dal vero, con gli inserimenti della Wurth tra le vere giocatrici, dopo un training specifico e qualche trucco di green screen, utile all’inserimento dei fondali di scena.

(nella foto il regista Fausto Brizzi)

Cinema - Maschi Contro Femmine, Una Commedia Bifronte

Articolo scritto da blackstar - Vota questo autore su Facebook:
blackstar, autore dell'articolo Cinema - Maschi Contro Femmine, Una Commedia Bifronte
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione