Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Francesca Cavallin, Dall' Arte Ad Un Medico In Famiglia


1 aprile 2011 ore 23:11   di CoccoBill  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 1819 persone  -  Visualizzazioni: 3567

Domenica 28 marzo oltre sei milioni di italiani hanno seguito la prima puntata della settima stagione della storica fiction “Un medico in famiglia”.
Lo sceneggaito di RaiUno ha trionfato negli ascolti, battendo nettamente “Il senso della vita”, trasmesso da Canale 5, e “Report” il programma di inchieste di RaiTre condotto dalla giornalista freelance Milena Gabbanelli.

Nella settima serie di “Un medico in famiglia” manca uno dei protagonisti principali della fiction, infatti nonno Libero si è trasferito in America.
Libero, “il nonno più famoso d'Italia”, interpretato da Lino Banfi, non è il solo personaggio assente nella settima stagione dello sceneggiato, anche il medico Guido Zanin, marito di Maria Martini, è scomparso in un incidente stradale.


La vita della famiglia Martini accompagnerà per 13 serate i fans che erano in trepidante attesa di rivedere Maria, Lele, Annuccia, Ciccio, nonna Enrica e tutti gli altri numerosi protagonisti dello sceneggiato.
Nella sesta serie fra i protagonisti secondari della fiction è entrata Bianca Pittaluga, ora è diventata un personaggio fondamentale di “Un medico in famiglia”.
Bianca, interpretata da Francesca Cavallin (34 anni), è fidanzata del protagonista Lele Martini, ossia Giulio Scarpati.
Fra vari colpi di scena la storia d'amore fra Bianca e Lele, come le altre avventure di casa Martini, incollerà al televisore un gran numero di spettatori.

Francesca Cavallin, Dall' Arte Ad Un Medico In Famiglia

Francesca Cavallin è da sei anni la compagna di Stefano Remigi (39 anni), imprenditore del web ma soprattutto figlio del noto cantante Memo Remigi.
Francesca e Stefano hanno un figlio di quattro anni, il piccolo Leonardo, che spesso segue la mamma sul set delle riprese.
Da alcuni anni la carriera nelle serie televisive di Francesca Cavallin, nata quasi per caso grazie ai consigli di Vanessa Gravina, ha avuto un discreto successo.
Dalla soap opera “Vivere” alla miniserie tv “Il generale Dalla Chiesa” nel ruolo di Emanuela Setti Carraro, dalla serie “Don Matteo 6” alla recente serie televisiva “Rossella”, trasmessa a gennaio-febbraio da RaiUno, Francesca ha sempre recitato in fiction di discreto successo.

Francesca Cavallin ha una laurea in Storia dell'Arte contemporanea, è appassionata di quadri e sculture e conduce due programmi dedicati all'arte, uno su La7 e l'altro su un canale tematico di Sky.
Il sorriso affascinate di Francesca Cavallin, oltre che in “Un medico in famiglia”, lo vedremo ancora nel 2011 nella fiction “Una musica silenziosa” dove sarà una giovane ispettrice del Ministero dell'Istruzione.

Articolo scritto da CoccoBill - Vota questo autore su Facebook:
CoccoBill, autore dell'articolo Francesca Cavallin, Dall' Arte Ad Un Medico In Famiglia
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione