Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Ritorno Di Antonio Albanese


4 dicembre 2012 ore 09:59   di robertolapaglia  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 443 persone  -  Visualizzazioni: 681

"Tutto tutto niente niente" è il titolo del nuovo film di Antonio Albanese che uscirà nelle sale italiane a partire dal 13 dicembre 2012. Affidato alla regia di Giulio Manfredonia e scritto da Antonio Albanese e Piero Guerrera, lo spettacolo si prepara già a raccogliere numerosi consensi di pubblico, vista soprattutto la presenza sulla scena dell’ormai famoso Cetto La Qualunque, figura molto amata dal pubblico che rispecchia in qualche modo una triste realtà purtroppo ancora persistente nel clima di una visione distorta della politica.

In realtà i personaggi che si aggireranno tra le varie sequenze sono tre: il già citato Cetto La Qualunque, Rodolfo Favaretto e Frengo Stoppato, tutti uniti da un insolito quanto esilarante destino. Questo destino, inutile dirlo, è ancora una volta la politica; il primo, disinvolto uomo di mondo, si troverà a dover affrontare una profonda crisi personale (e sessuale), il secondo, ben inserito nel commercio della emigrazione clandestina, pensa che sia proprio questo il modo giusto per realizzare finalmente il sogno di secessione del nord; l’ultimo, infine, è anche lui impegnato a realizzare il suo più grande e profondo desiderio, quello di riformare la Chiesa e guadagnarsi in tal modo l’eterna beatitudine.


A fare da contorno all’intera vicenda numerosi attori e importanti caratteristi, da registrare la presenza di Paolo Villaggio, Fabrizio Bentivoglio e Lunetta Savino; un cast affiatato per un film che di certo non deluderà le aspettative dei numerosi fans di Antonio Albanese, dando allo stesso tempo un ritratto forse a tratti estremo ma di certo estremamente attuale di una Italia eternamente divisa tra situazioni paradossali, anche se spesso non così comiche.

Parlando di "Tutto tutto niente niente" qualcuno ha usato il termine neorealismo nel definire l’intera produzione; anche se a volte duole ammetterlo, dietro la facciata delle risate a crepapelle e delle gags più esilaranti, si nasconde una realtà che purtroppo fa parte del quotidiano, una realtà della quale si farebbe spesso volentieri a meno, ma se proprio i tempi del cambiamento debbono essere così lunghi e tortuosi ben vengano le risate, la satira sfrenata e l’ilarità di Antonio Albanese, avremo almeno modo di prendere un attimo di respiro.

Articolo scritto da robertolapaglia - Vota questo autore su Facebook:
robertolapaglia, autore dell'articolo Il Ritorno Di Antonio Albanese
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione