Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Ritorno A Sorpresa Degli Area: Grande Successo A New York


3 maggio 2010 ore 19:21   di Armando  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 398 persone  -  Visualizzazioni: 700

Sentir parlare ancora degli Area nell'epoca della musica di plastica, buona solo come sfondo quando sei fermo al semaforo o ti fai la barba con la radio accesa, fa indubbiamente uno strano effetto. Eppure la nostalgia degli anni Settanta non c'entra proprio niente stavolta: stiamo parlando di una notizia fresca fresca, di stretta attualità. Gli Area si sono riuniti, quasi trent'anni dopo lo scioglimento ufficiale del 1983. Uscì anche un altro disco nel 1997, ma rimase un episodio senza seguito.

Da quell'addio, dopo la scomparsa prematura di una voce unica come quella di Demetrio Stratos (1979), è successo di tutto. Il "progressive" come genere è andato in soffitta come un bolso armamentario ormai inservibile, e per gruppi di quella generazione, di quella tempra, non c'è stato più posto: se ne sono perse le tracce.


La stampa di settore li ha messi nel mirino come "vecchi dinosauri", decretandone la fine, ma in cambio di cosa? Abbiamo visto prima l'ondata del punk e della disco-music, quindi dei new-romantics da salotto e del synth-pop, prima di vedere riaffiorare strumenti analogici e un generale risveglio della musica come sfida e impegno: e siamo negli anni Novanta.

Degli Area però, tra una reunion e l'altra di gruppi storici della prima ora (dai Delirium alla Locanda Delle Fate), ancora nessuna notizia. Se non i progetti solistici di Patrizio Fariselli, ecco, a ricordare che si può fare musica con uno spirito diverso, tra jazz e sperimentazione, e senza inseguire le mode di giornata o ammiccare a un pubblico sempre più distratto. Adesso invece è successo: il gruppo che fu di Stratos e di Capiozzo, il batterista scomparso nel 2000, ha suonato a New York l'altra sera con grande successo.

Solo a mettere in fila i nomi della band salita sul palco del Brecht Forum vengono i brividi: con Fariselli alle tastiere c'erano Paolo Tofani (chitarre) e Ares Tavolazzi (basso), insieme al grande Mauro Pagani (ex PFM) e Walter Paoli. Due ore di musica che hanno conquistato il pubblico e restituito un senso alla storia poco fortunata di un gruppo che ha sempre seguito la via più coerente, la meno accomodante e la più audace, per arrivare al pubblico. Urticanti e spigolosi, mai tentati di seguire la corrente, ma decisi invece a coinvolgere con l'impatto innovativo di un jazz-rock aperto a ogni esperimento, gli Area sembravano un ricordo, e invece eccoli di nuovo in pista. Vedremo se ci saranno conseguenze discografiche a questa bella uscita live, ma intanto la notizia è che per certa musica forse c'è ancora spazio e un pubblico in attesa. Non è poco.

Articolo scritto da Armando - Vota questo autore su Facebook:
Armando, autore dell'articolo Il Ritorno A Sorpresa Degli Area: Grande Successo A New York
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione