Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Solista: Al Cinema Dal 23 Luglio


16 luglio 2010 ore 18:28   di Criss  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 289 persone  -  Visualizzazioni: 596

"La bellezza è arte. La musica è bellezza". Può la bellezza della musica (e dell’arte) essere l’unico modo per elevare una persona dalla sua condizione di miseria, in un’esistenza destinata a consumarsi senza mai essere consapevole del proprio talento?

Dal regista Joe Wright, che è stato capace di regalare al cinema un capolavoro come “Espiazione”, nasce un film che si pone sostanzialmente come una sorta di denuncia delle condizioni in cui vivono i senzatetto nelle grandi città degli States, ma che a tratti diventa un coraggioso racconto di amicizia e solidarietà, narrato sulle note delle sinfonie di Beethoven.


Los Angeles. Il giornalista Steve Lopez, un vero e proprio talento del L. A. Times, uno che “scrive per vivere” ma che lo fa con passione, conosce casualmente Nathaniel Ayers, un violoncellista di strada.

Il Solista: Al Cinema Dal 23 Luglio

Inizialmente, per Steve, il signor Ayers è una “storia maledettamente buona” e inizia ad indagare sul suo passato di musicista ed ex allievo della Julliard. Nasce immediatamente una sincera amicizia tra i due, ma Nathaniel soffre di diversi disturbi mentali che gli causano una vera e propria paura di relazionarsi agli altri: è schizofrenico, terrorizzato dalle persone e alterna momenti di lucidità a periodi di alienazione.
Nonostante questo, Steve è intenzionato ad aiutarlo, trovargli una casa e un palcoscenico dove suonare. Inizia a scrivere articoli su di lui e ottiene ottimi risultati, ma inevitabilmente non sempre tutto va per il meglio. Nathaniel infatti non è affidabile e spesso diventa violento nei momenti meno opportuni e, per quanto tenti di non deludere il suo amico, a volte non riesce ad uscire dal suo stato mentale. Il finale ha un lato amaro ed uno più incoraggiante, basando la vittoria della battaglia di Lopez sull’amicizia e sul coraggio, ma soprattutto sulla grazia della musica.

Il Solista: Al Cinema Dal 23 Luglio

La realistica ambientazione metropolitana, creata sul contrasto tra i palcoscenici o le sale da concerto e le strade impietose dove sono costretti a dormire i senzatetto, trascina lo spettatore in uno stato d’animo di profondo disagio, mirato a sensibilizzarlo nei riguardi della condizione dei disadattati e dei malati di mente.

La musica è sia accompagnamento alla vicenda, sia artefice di molti cambiamenti nella trama ed è sempre enfatizzata, forse eccessivamente, come se fosse l’unico strumento di cura e di riscatto per Nathaniel. La colonna sonora è il pregio più rilevante dell’intera pellicola: è stata composta da Dario Marianelli, un artista di raro talento, che si è basato su strutture classiche donando alle musiche del film un’originale alternanza di ritmi e tonalità, talvolta giocosi e talvolta teatrali ed estremamente drammatici.

Ulteriore contributo è dato dall’interpretazione di Robert Downey Jr. (che ha già lavorato sul personaggio del giornalista in “Zodiac”) e Jamie Foxx (che ha guadagnato l’Oscar per “Ray”, ricoprendo il ruolo di un altro genio della musica), due interpreti di altissimo livello, sicuramente tra i migliori del cinema contemporaneo, capaci di innalzare ad un livello decisamente superiore, una sceneggiatura spesso banale e troppo esplicita nel rivelare lo scopo finale della narrazione.

Con toni eccessivamente epici, enfatizzando troppo la musica e la genialità come concetto isolato, senza creare un vero e proprio legame tra lo spettatore e il protagonista, “Il solista” tenta di elevarsi da film commerciale ad opera di alto spessore artistico, ma non riesce completamente nel suo intento. Il suo difetto, probabilmente è quello di non approfondire sufficientemente il rapporto tra i due protagonisti, soffermandosi troppo a descrivere le loro storie separate. Resta comunque una discreta espressione del bisogno di non restare soli e di trovare la forza per affermare il proprio talento con il sentimento dell’amicizia e della compassione.

Articolo scritto da Criss - Vota questo autore su Facebook:
Criss, autore dell'articolo Il Solista: Al Cinema Dal 23 Luglio
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione