Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Jungla Dei Casting. Come Un Sogno Può Trasformarsi In Un Incubo


21 ottobre 2013 ore 19:16   di articolando  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 3985 persone  -  Visualizzazioni: 4427

"Uno su mille ce la fa!" Queste le parole che il celebre cantante Gianni Morandi cantava per far capire a chi lo ascoltava che il mondo dello spettacolo è un mondo assai difficile. Casting, provini, audizioni e chi più ne ha più ne metta, sono invece le parole "magiche" che ogni aspirante attore, cantante, ballerino o artista di vario genere mette in prima linea nella propria vita. Tutti presi e affascinati dalle luci e dalle paillettes dello spettacolo… ma nessuno si è mai chiesto quanti di tutti questi aspiranti artisti riescano veramente a trovare un posto nel mondo dello spettacolo. Sembra una riflessione banale e scontata ma che in realtà ogni anno porta molti giovani inesperti (e a volte anche esperti) a trovarsi in dei tunnel dove è difficile uscirne fuori.

Partendo dai vecchi reality che facevano e fanno passare il messaggio sbagliatissimo che studiare non serve per diventare bravi artisti, ma serve solo apparire, sono molti i ragazzi che spendono energie, tempo e denaro prezioso andando dietro a dei casting che mai avranno la possibilità di superare perché non troppo preparati per affrontarli, portando così, povere famiglie rovinarsi ( a volte è proprio la famiglia che spinge insanamente il proprio caro a fare questi provini) per vedere il proprio figlio realizzarsi in un campo che poi effettivamente non gli appartiene perché non ha le competenze giuste. Prendono i raccomandati? Si, anche. Come tutti i mestieri, il male del nostro paese, cioè le raccomandazioni, esistono anche nello spettacolo ma è anche vero che ci sono centinaia di artisti che lavorano grazie ai loro sacrifici e allo studio che hanno dedicato per raffinare la propria arte e che non sono mai stati raccomandati. Dove studiare?


Ecco un altro punto dolente. Ormai su tutto il territorio italiano ci sono più scuole di recitazione, canto e danza che uffici postali. La scelta della scuola dove studiare non può essere fatta a caso perché rappresenta un punto fondamentale della vita di un artista. Sono moltissime le scuole costosissime quanto inutili e addirittura scuole che si spacciano per professionali quando invece i corsi sono tenuti da persone che non hanno mai messo piede su un palco. A volte dietro un piccolo corso di città poco costoso si nascondono più possibilità rispetto ad una scuola che vi costa duecento euro al mese. Per essere sicuri di iscriversi in una buona scuola bisogna prima assicurarsi che gli insegnati siano professionisti del settore, magari proprio tramite internet e poi che la scuola possa darvi un minimo di orientamento e un piccolo sbocco per iniziare a fare i primi passi verso questo mondo abbastanza contorto.

Per quanto concerne i casting invece, attenti alle finte agenzie! Nessuna agenzia seria vi chiede soldi per book o per restare all’interno dell’agenzia, sembra retorica ma, vi assicuro, che ancora molta gente ci casca, anche perché molte finte agenzie sono molto persuasive e addirittura l’ultima trovata sta nel chiedere solo una piccola quota d’iscrizione come ingresso in agenzia, che potrebbe essere ,ad esempio, venti euro per poi sparire per sempre con i vostri soldi. Venti euro lo so, non cambiano la vita, ma queste finte agenzie sfilano venti euro ad ogni candidato che abbocca ogni giorno, portando a casa un bel gruzzoletto. Ma allora Gianni Morandi aveva ragione a dire che "Uno su mille ce la fa"? Ai suoi tempi assolutamente si, ma se questa frase vorremmo adattarla al giorno d’oggi, credo proprio che a quei mille bisogna aggiungere qualche zero.

Articolo scritto da articolando - Vota questo autore su Facebook:
articolando, autore dell'articolo La Jungla Dei Casting. Come Un Sogno Può Trasformarsi In Un Incubo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Dario barbato
    #1 Dario barbato

Sono d'accordo su tutto ciò che è stato scritto. Però vorrei precisare una cosa: per conquistare un posto degno all'interno dello spettacolo non occorre frequentare necessariamente una scuola. Conosco personalmente un'attrice straordinaria che si chiama Roberta Misticone, lei non ha mai frequentato una scuola di recitazione; ma sempre e solo stages, laboratori ecc. ecc. Oggi è un'attrice affermatissima richiesta da molte compagnie teatrali italiane. Conosco poi, un altro attore mio compaesano e coetaneo che, pur uscendo a pieni voti da una delle più rinomate accademie italiane come la Link Academy, ha fatto poco e niente; pura facendo provini a destra e a manca.

Inserito 30 ottobre 2013 ore 01:11
 
  • Guido Paternesi
    #2 Guido Paternesi

Mi dispiace contraddire il signor Dario Barbato ma la Link Academy pur costando un pacco di soldi non è una delle più rinomate accademie italiane.

Inserito 30 ottobre 2013 ore 14:57
 
  • lobeho
    #3 lobeho

E new faces come è?

Inserito 12 marzo 2014 ore 19:22
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione