Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Lynyrd Skynyrd, Da Simple Men A Icone Rock


12 gennaio 2013 ore 18:20   di cencio1978  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 455 persone  -  Visualizzazioni: 723

Lynyrd Skynyrd, un gruppo ormai quasi dimenticato, o almeno ricordato da pochissimi appassionati. Eppure tantissime loro canzoni le abbiamo ascoltate cento volte e continuiamo a farlo. Come nelle migliori favole del rock, il gruppo nasce alle scuole superiori, grazie ad un gruppo di amici appassionati del blues, del country, e innamoratissimi di gruppi come i Beatles, i Rolling Stones e gli Yardbirds, questi ultimi fondamentali per aver accolto e "svezzato" un giovanissimo Eric Clapton ed un promettente chitarrista: Jimmy Page.

Ma partiamo con ordine. E' il 1964, in America dilaga una nuova corrente culturale, musicale, insomma un nuovo stile di vita all'insegna dell'amore, della pace, della libertà. E' in questi ambienti giovanili e "moderni" che la musica la fa da padrona. I giovani protagonisti del nostro racconto si divertono un mondo e iniziano già a creare un loro sound, fatto di influenze Britanniche, ma anche di country-rock, di blues e soprattutto di southern-rock, genere a cavallo tra rock-psichedelico e alternative-rock, di cui a breve sarebbero diventati gli esponenti principali. Dopo aver formato il loro primo gruppo, The Noble Five, riuscirono nel 1968 a registrare il loro primo singolo, grazie alla vincita in denaro di un concorso per band emergenti locali.


Da quel momento in poi la band scalerà tutte le classifiche. Grazie al concorso vinto ed al loro primo manager, iniziano ad aprire i concerti degli Strawberry Alarm clock, band di punta del genere psichedelico statunitense. Nel 1970, Ronnie Van Zant, cantante e oramai leader, sceglie il nuovo nome del gruppo: Lynyrd Skynyrd. Il nome non è altro che un gioco, una simpatica presa in giro al loro insegnate di educazione fisica delle superiori Leonard Skinner, personaggio bigotto e favorevole ad una politica repressiva verso i giovani di allora, dalla moda, ai capelli lunghi, alla musica. Il professor Skinner, comunque, anni dopo, salirà addirittura sul palco in occasione di un concerto dei "suoi ragazzi".

Dopo aver aver intrapreso un periodo di prove in una fattoria isolata di Green Cover Springs, in Florida, nel 1972 iniziano a registrare il loro primo album. Tra varie defezioni, sostituzioni di componenti e cambio manager, finalmente "Pronounced Leh-Nerd Skin-Nerd" vede la pubblicazione nel 1973, e grazie alla canzone Free Bird, tributo alla scomparsa di Duane Allman, contenuta nell'album, arrivano alla posizione nr. 19 della Billboard Hot 100. Nella registrazione dell'album partecipata un componente degli Strawberry, King, in sostituzione del bassista originale che da poco aveva abbandonato il gruppo. Ebbene King ha un merito a dir poco singolare: dato che Van Zant lo considera un pessimo bassista, anzi il peggior bassista che avesse mai ascoltato, decide di fargli suonare la chitarra elettrica, portando così a 3 i chitarristi, terminando di fatto ogni canzone con lunghe jam session. Questa decisione sarà la fortuna dei L.S. e di fatto il loro segno distintivo.

Sono ormai ufficialmente entrati nell'olimpo del rock. Non sono più la band che si ispira alla psichedelia britannica, non devono prendere spunti, devono solo salire sul palco e far impazzire il pubblico. Ronnie Van Zant è un fiume in piena, compone con un ritmo forsennato ed ogni pezzo è violento, pesante, quasi aggressivo. Anche canzoni come Simple Man, o Free Bird, che iniziano con un sound dolce, melodico, un'armonia che spazia dal blues al rock&roll moderno, culminano con chitarre urlanti, percussioni vibranti e impazzite. Sessioni strumentali che coinvolgono in una fantastica fusione di suoni. Non sono un gruppo hard-rock, si sono perfino allontanati dall'alternative-rock, sono semplicemente innamorati della loro terra e della musica che essa contiene.

Le critiche come sempre non mancano. I Lynyrd Skynyrd sono stati più volte accusati di razzismo, dato che sul palco, ad ogni concerto, Van Zant sventolava la bandiera sudista, simbolo di tutti quegli Stati che all'epoca applicavano, e non volevano abolire, la schiavitù. Ma il Southern-rock era tenuto vivo soprattutto dalla composizione multiculturale delle band, era alimentato da testi che affrontavano tematiche attuali, come i valori nel "New South", ossia l'orgoglio delle radici e l'armonia razziale. Ma in fondo, le critiche sono pur sempre pubblicità e la band non ha mai né confermato né smentito.

I concerti si susseguono come gli album, di pari passo alla notorietà. Nel 1973, dopo aver aperto il concerto degli Who, questi ultimi si rifiutano di salire sul palco dato che il pubblico continua a chiamare i L.S. a gran voce. Nel 1974 esce Sweet Home Alabama; nel 1975 e di nuovo nel 1976 vanno in tour nel Regno Unito. Dopo una lunga serie di successi, i Lynyrd Skynyrd incidono il loro sesto album, nonchè l'ultimo: è il 1977.

Il 20 ottobre 1977, poco dopo l'uscita dell'album "Street Survivors", l'aereo su cui viaggia la band per una data del tour promozionale, si schianta in una palude del Mississipi. Nell'incidente muoiono il cantante Van Zant, il chitarrista Steve Gaines e la sorella e corista Cassie Gaines, l'assistente organizzatore Dean Killpatrick, e i 2 piloti McCreary e Gray. Gli altri componenti del gruppo rimangono feriti, alcuni anche in modo grave, ma si salvano tutti.

Da quel momento in poi i Lynyrd Skynyrd cessano di esistere fino al 1987, quando Johnny Van Zant, fratello di Ronnie, riunisce gli ex membri per un concerto. Doveva essere in effetti una sessione commemorativa, ma si rivelerà una nuova partenza per la band entrata, con tutti gli onori nel 2005, nella Rock and Roll Hall of Fame.

Molte loro canzoni sono state colonne sonore di film (Simple Man nel film Renegade, e Almost Famous - Free Bird nel film Elizabethtown e Forrest Gump), altre hanno segnato generazioni, chi non ha mai ascoltato Sweet Home Alabama? E la cover dei Metallica Tuesday's Gone? Ci hanno regalato emozioni indimenticabili con le note rabbiosamente uscite dalle loro chitarre e con i testi vagamenti percettivi di Van Zant. Ma la musica si sa non muore mai: If I leave here tomorow / would you still remember me?

Articolo scritto da cencio1978 - Vota questo autore su Facebook:
cencio1978, autore dell'articolo Lynyrd Skynyrd, Da Simple Men A Icone Rock
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione