Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Midnight In Paris: Woody Allen Stregato Dalla Ville Lumiere ( Recensione )


7 gennaio 2012 ore 19:16   di spaziovendita  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 368 persone  -  Visualizzazioni: 680

Il film di Woody Allen, "Midnight In Paris" è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 2 Dicembre 2011 e già nel primo fine settimana ha raggiunto un notevole successo, più di due milioni di euro nel giro di 3 giorni. Un risultato davvero incredibile per il regista americano che questa volta ha deciso di scegliere la capitale francese come set del suo film. E di certo non possiamo non condividere la sua scelta, dato che Parigi resta uno dei luoghi più belli del mondo e Woody Allen, soprattutto all’inizio, riesce a darci un ritratto di Parigi davvero suggestivo. Le immagini si sussegguono e già siamo completamente immersi nella vita parigina : la Senna, la grandezza dei monumenti e l’aria di romanticismo ci hanno già coinvolto fin dai primi attimi.

Il protagonista della storia è Gil, un ragazzo americano, che nella vita fa lo sceneggiatore ma vorrebbe tanto diventare uno scrittore e sta dedicando anima e corpo al suo primo libro. Si trova a Parigi con la sua fidanzata Inez e con i genitori di lei, che cercano in tutti i modi di far ricredere Gil sulle sue scelte, non ritenendolo adatto a fare lo scrittore. Ma il film prende un’altra piega, quando una notte il protagonista si trova per strada, e mentre cammina, una vecchia macchina su cui viaggiavano eccentrici personaggi lo invita a salire, e proprio in quel momento lui verrà catapultato in un altro mondo. Esattamente nella Parigi degli anni’20, il periodo che lui preferisce in assoluto, dove ha la possibilità di entrare in contatto con grandi artisti e personalità del passato che lui vedeva come idoli. Conosce Dali, Hemingway, Pablo Picasso, Gertrude Stein, T.S.Eliot, Francis Scott Fitzgerald e Zelda. Insomma si rapporta con le grandi anime degli anni’20 che iniziano a dargli consigli e con cui inizia una sorta di amicizia.


Infatti lui ogni sera a mezzanotte cercherà di trovare qualsiasi scusa pur di uscire e iniziare la sua avventura notturna in compagnia di queste persone appartenenti ad un’epoca molto distante dalla sua. Nel frattempo le cose con la sua fidanzata non vanno molto bene dato che lei è completamente presa da altro. E infatti lui si innamora di Adriana, una splendida ragazza già amante di Pablo Picasso, e di Amedeo Modigliani. Adriana cittadina degli anni’20 confessa a Gil che lei vorrebbe rivivere la Belle Epoque e così i due si trovano catapultati in quest’altro periodo importante dove Adriana, felicissima, decide di restare. Gil, quindi, inizia a capire che tutti vorrebbero vivere in un periodo di verso da quello che si vive attualmente, e che è molto più facile guardare al passato che vivere e affrontare le sfide che il futuro ci riserva. Per questo decide di vivere a pieno il suo presente, lascia la fidanzata, e decide di stabilirsi a Parigi. Alla fine del film, durante una sua passeggiata notturna incontra una ragazza che aveva già incontrato al mercatino delle pulci e che l’aveva molto colpito e così i due sotto la pioggia di Parigi capiscono di avere molto in comune e si allontanano insieme.

Un film molto interessante da più punti di vista, non solo l’amore per una città ma l’amore per una cultura che ancora oggi genera un grande fascino. Non dobbiamo dimenticare la partecipazione di Madame Carla Bruni al film, infatti la vediamo in un paio di scene nella veste di una guida turistica.
Questo è un film da vedere, se amate i fasti di un tempo e avete voglia di immergervi in una realtà surreale,allora è il film che fa per voi.

Midnight In Paris: Woody Allen Stregato Dalla Ville Lumiere ( Recensione )

Articolo scritto da spaziovendita - Vota questo autore su Facebook:
spaziovendita, autore dell'articolo Midnight In Paris: Woody Allen Stregato Dalla Ville Lumiere ( Recensione )
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione