Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Mogol: Ancora 80 Voglia Di Emozioni Per Tutti


3 ottobre 2016 ore 12:03   di RZ  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 130 persone  -  Visualizzazioni: 155

Sabato 1 ottobre la RAI ha mandato in onda la seconda ed ultima puntata del tributo a Giulio Rapetti "Mogol", splendido ottantenne dallo scorso 17 agosto e da oltre mezzo secolo penna pregiata dei principali successi musicali, colonna sonora di due generazioni.

Le sette note nel DNA - il padre Mariano era un valido paroliere al servizio della casa discografica "Ricordi", nella quale Giulio entra a soli 19 anni come pubblicitario - inizia la carriera vestendo di parole alcuni grandissimi successi dei primi anni sessanta. "Quando Quando Quando" e "Da una lacrima sul viso" sono i due testi che lo consacrano a numero 1 del mercato della "canzonetta". Mogol ha il pregio di mettere in versi il quotidiano, senza bisogno di ricorrere ad immagini melodrammatiche e senza diventare il paladino di qualche istanza socio-politica.


Carico ormai di gloria, nel 1965 decide di puntare su un chitarrista laziale ricciuto, dal carattere timido e scontroso, ma dalle idee estremamente chiare quando si tratta di concretizzare sul pentagramma. Ritmo e semplicità sono le concezioni cardine su cui basa la propria musica Lucio Battisti, "il riccetto" uno che compone con la chitarra pensando già al resto dell'orchestra. I due si integrano alla perfezione, producendo successi in serie per loro stessi e per i colleghi. "Battisti-Mogol" (o Mogol-Battisti) diventa quasi un marchio, garanzia di successo; ne sa qualcosa anche Mina, per molti la voce femminile per eccellenza del "Bel Paese", per la quale i due confezionano alcuni autentici capolavori dove la cantante di Cremona esprime probabilmente il meglio del proprio talento smisurato.

Tutto ha un inizio, uno svolgimento ed una fine, così pure l'ultra decennale collaborazione tra Mogol e Battisti, che lascierà centinaia di capolavori, tra i quali ricordare soprattutto l'hit del 1970 "Emozioni", frutto di un'avventura a cavallo (un viaggio tra Milano e Roma passando per Sarzana) il brano più vicino all'animo sensibile di Mogol e più lontano dai canoni di Battisti.
Così, mentre il musicista romano si chiude definitivamente nel suo splendido isolamento mediatico, Mogol, complice anche l'attività benefica da lui iniziata nel 1975 con la fondazione della nazionale calcistica cantanti, continua a rimanere al centro della scena: ingentilisce l'animo rude di Riccardo Cocciante, rivitalizza la carriera di Gianni Morandi ed inizia una profiqua collaborazione col compositore siciliano Gianni Bella, prima producendo canzoni per Marcella, poi, a cavallo del nuovo millennio per l'altro mostro sacro della musica leggera nazionale Adriano Celentano.

Trascorrono i decenni, cambiano i personaggi, passano le mode, ma Mogol continua a scrivere e produrre rispettando i suoi canoni: il quotidiano declinato in tutte le sue sfaccettature, incontrando sempre il gusto e le "emozioni" della gente, pronta a riconoscersi nei suoi versi: chi non ha mai capito qualcosa "da una lacrima sul viso", conscio magari di "non saper parlar d'amore", con una "celeste nostalgia" di "canzoni stonate"?

Articolo scritto da RZ - Vota questo autore su Facebook:
RZ, autore dell'articolo Mogol: Ancora 80 Voglia Di Emozioni Per Tutti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione