Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Questo Dolore Un Giorno Ti Sarà Utile, Tra Ricerca Di Adultità E Sociopatia


27 febbraio 2012 ore 15:59   di nuvolacreativa  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 343 persone  -  Visualizzazioni: 534

Parlare di film come Questo dolore un giorno ti sarà utile risulta sempre un po’ scomodo, perché rientra in quei film sui generis di romanzi di formazione (è infatti tratto dall’omonimo romanzo di P. Cameron) e proprio per questa connotazione vanno presi sul serio, badando più al messaggio finale che al confezionamento.

Eppure, se si tralascia l’osservazione al montaggio, che risulta raffazzonata, quasi amatoriale, addirittura con alcuni errori che in film da grande schermo non ci si aspetta, anche la sceneggiatura pesa e cala lentamente nella banalità.


La storia è quella di James Sveck (Toby Regbo), un giovane diciasettenne in piena crisi esistenziale, schivo e molto sensibile, che per proteggere la sua unicità e sé stesso dagli esordi di una fobia sociale decide di non voler andare all’università.

Figlio di genitori (Peter Gallagher, Marcia Gay Harden) intraprendenti, in carriera e separati, passa le sue giornate solitario, leggendo o lavorando il legno. Ci ritroviamo così di fronte ad un quadro familiare emotivamente turbolento, dove gli squilibri affettivi – la relazione con un professore e la sorella Gillian (Deborah Ann Woll, la vampira rossa di True Blood) , la crisi di mezz'età del padre e la paura di invecchiare da soli della madre - sembrano arrecare al protagonista la voglia di non omologarsi nella speranza di ottenere maggiore equilibrio e serenità.
Ci troviamo così di fronte ad un personaggio legato al senso di appartenenza familiare, ma smanioso di fuggire dalla sua realtà. In un grande mix di immaturità, forse legata all’età, e di saggezza, legata alla sua capacità di osservare, ascoltare, tipica dei solitari, James si avvicina all’unico personaggio che sembra avere tempo per lui: la nonna - donna di altri tempi, dal classico stile di vita quotidiano e sobrio, che diventerà un punto di riferimento affettivo.

I personaggi nella loro complessità purtroppo sono profondamente stereotipati, rendendo il film una effimera parabola, dove persino le nuove tecniche di life coaching vengono citate come nuovo filone di pensiero culturale al quale i giovani – sembra voglia dire – devono avvicinarsi per trovare la propria mission di vita ed essere felici.

Sicuramente in tempi di crisi economica, disoccupazione giovanile e di studi accademici visti sempre con meno importanza dalle imprese, l’atteggiamento di James è quello che di chi preferisce rinunciare allo stress dell’università, che sembra essere diventato solo un luogo per imparare a memoria nozioni, per risparmiare denaro al fine di comprare una casa e per fare ciò che ama: leggere e fare l’artigiano. Il pensiero è sicuramente bilanciato e di chi non ha particolari esigenze, se non la quiete casalinga, un buon lavoro, la cultura e l’arte.

Ma è davvero la scelta giusta? O forse è solo la scelta giusta di un ragazzo estremamente sensibile ed insicuro, con alle spalle attacchi di panico e una famiglia ben amalgamata nel sistema sociale, ma anche emotivamente disadattata e affettivamente incerta? Esaminando il percorso di vita di Steve Jobs e di altri self-made man di successo, notiamo che la tendenza è proprio questa: abbandonare i costosissimi studi per dedicarsi a ciò che si ama. Tale messaggio continua a girare in questo periodo tra i giovani con il grande insegnamento che nella vita bisogna inseguire i propri sogni, ma anche avere l’intraprendenza e il coraggio di costruirsi il proprio cammino.
Insomma, il messaggio finale del film lascia ampio spazio alla discussione e all’interpretazione.

Articolo scritto da nuvolacreativa - Vota questo autore su Facebook:
nuvolacreativa, autore dell'articolo Questo Dolore Un Giorno Ti Sarà Utile, Tra Ricerca Di Adultità E Sociopatia
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione