Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

I Ragazzi Stanno Bene, Una Normale Famiglia Gay Americana


28 marzo 2011 ore 13:01   di menestrel  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 381 persone  -  Visualizzazioni: 645

I ragazzi stanno bene (The kids are all right) di Lisa Cholodenko è una commedia prodotta negli ambienti del cinema indipendente americano ma che ha strappato l'entusiastica partecipazione di due vere e proprie star come Annette Bening e Julianne Moore, le quali pur di partecipare alla pellicola hanno accettato cachet più vicini alle possibilità produttive del cinema indie. La sola partecipazione di due attrici di questo livello dà al film un respiro molto più ampio di quanto avrebbe avuto se ghettizzato nell'ambito del cinema indipendente: The kids are all right ha sbancato al Sundance film festival, dal quale è partito alla conquista prima dell'America (3 golden globe e ben 5 nominations all'oscar) e poi dell'Europa, partecipando con buoni risultati di critica e pubblico alla sessantesima edizione del Festival di Berlino.

Il film mostra lo spaccato di una normale famiglia americana, una figlia diciottenne in partenza per il college e un figlio adolescente, bella casa, sani principi. Un matrimonio come tanti, se si eccettua il dettaglio che entrambi i genitori sono mamme: Nic e Jules (Annette Bening e Julianne Moore). La miccia della storia scatta proprio nel momento in cui i figli della coppia gay sentono la curiosità di conoscere il loro padre biologico, il donatore dello sperma che li ha generati. Da un'azione così comprensibile ed apparentemente innocua discende una serie di eventi che metteranno scompiglio nel perfetto ménage. Infatti Paul (Marc Ruffalo), il donatore, è un uomo disordinato, irregolare, molto lontano dal rigido controllo imposto dalla forte personalità di Nic; egli però è anche dotato di una naturale attitudine alla seduzione, alla quale non rimarrà indifferente nessun membro della famiglia. Non fornirò ulteriori dettagli sulla trama, che comunque non presenta i caratteri dell'imprevedibilità estrema, ma aggiungo solo la considerazione che la persona che ci rimette di più dal ciclone determinato dall'ingresso di Paul nella famiglia è proprio quest'ultimo, mentre tutti gli altri direttamente o indirettamente ne traggono lezioni e insegnamenti utili.


Il film, esempio abbastanza raro di storia gay con una coppia donna/donna, è stato creato per attirare alcuni determinati tipi umani: in sala infatti c'erano i politicamente corretti, i progressisti, i gay e naturalmente le lesbiche. I ragazzi stanno bene è dunque una commedia delicata (fin troppo) e tiepidamente divertente (strappa al massimo qualche sorrisetto) ma soprattutto astuta, costruita com'è per evitare i commenti negativi; i critici sentono spesso davanti a film del genere il ricatto di poter essere tacciati di omofobia nel parlare male di un film con tale tematica. Trovo che invece si dovrebbe avere il coraggio di esprimere le proprie valutazioni sul film indipendentemente dal suo contenuto.

La mia valutazione è che considero questo un film ben fatto, ben recitato, ben scritto, ben fotografato; trovo però che questa addizione di cose ben fatte non produca un bel film; al massimo un film carino, dove le cose migliori sono la recitazione di Annette Bening e di Marc Ruffalo, giustamente premiati con i golden globe, ma dove la preoccupazione di mostrare con la massima normalità le situazioni descritte hanno forse legato la sceneggiatura dall'osare qualcosa di più che donasse carattere ed incisività alla pellicola.

Articolo scritto da menestrel - Vota questo autore su Facebook:
menestrel, autore dell'articolo I Ragazzi Stanno Bene, Una Normale Famiglia Gay Americana
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione