Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Sanremo 2011: Massimo Ranieri Nobilita La Serata Finale


20 febbraio 2011 ore 02:51   di davide_m  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 480 persone  -  Visualizzazioni: 889

Una serata quasi memorabile, l’ultima del Sanremo numero sessantuno. Quattro ore e mezza di spettacolo tra buona musica, i soliti spunti tra il comico ed il metafisico di Luca e Paolo ed un bel tuffo nel passato, fornito dall’ospite inatteso, quel Massimo Ranieri che ha rievocato i bei tempi della canzone italiana degli anni ’60 in una mezzora di pure emozioni, durante la quale potrebbe pure essersi consumato un simbolico passaggio di consegne in vista dell’edizione 2012.

E’ invece passata quasi inosservata la presenza dell’altra ospite di giornata, Avril Lavigne, tra due domande banali e qualche stacco pubblicitario di troppo: ma i tempi sono cambiati, l’epoca dei super ospiti stranieri che sbancavano l’Ariston fa parte della storia del Festival, tanto più quest’anno che Morandi ha voluto rimettere al centro della scena la musica, e possibilmente buona. Assai dimenticabili pure le due marchette da Rai che vedrai, che non hanno fatto molto onore alla tv pubblica in Eurovisione, ma che, ormai da qualche anno, sono una tassa da pagare in una serata finale forse troppo povera di musica e piena di spettacolo.


Appena dieci le canzoni in gara, un po’ poche per una finalissima degna di questo nome, ma ogni regolamento è migliorabile e di certo già a partire da settimana prossima Mauro Mazza ed il direttore artistico Gianmarco Mazzi lavoreranno ai futuri perfezionamenti. Luca e Paolo, i veri vincitori del Festival, per una sera sono stati buoni, pur non facendo mancare la consueta allusione al Premier e pur rivendicando, per bocca di Paolo Bizzarri, la libertà di dire ciò che si pensa, a prescindere dal politically correct e dalla par condicio. Parole sagge, che hanno scatenato l’applauso più sincero e caloroso del Teatro, superiore pure a quello riservato a Vecchioni. La speranza è che ora che torneranno al loro vero lavoro si ricordino di questa settimana di “libertà”, e non rinneghino il passato.

Sanremo 2011: Massimo Ranieri Nobilita La Serata Finale

Come nessuno tra chi ha visto la serata finale potrà mai rinnegare di averlo fatto: a prescindere dalle preferenze sulle canzoni, il messaggio che ha trasmesso Sanremo 2011 è quello che pure al Festival si può fare musica, vera e buona, si può intrattenere il pubblico senza tagliatelle di nonna Pina ma con una comicità efficace e non volgare e si possono riempire i tempi morti, come fatto proprio nella serata finale, attraverso l’immenso patrimonio che la canzone italiana ha lasciato nel corso dei decenni. Il siparietto Morandi-Ranieri lo rivedremo tra qualche anno in trasmissioni rievocative: ma chi l’ha vissuto in diretta lo ha potuto godere in pieno, ed ha potuto capire cosa si può ancora fare di buono nella televisione italiana. Anche a Sanremo.

Articolo scritto da davide_m - Vota questo autore su Facebook:
davide_m, autore dell'articolo Sanremo 2011: Massimo Ranieri Nobilita La Serata Finale
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione