Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Tom Cruise E Brad Pitt Al Cinema Con ' Mission: Impossible 4' E ' L'arte Di Vincere'


23 gennaio 2012 ore 11:32   di nicovale  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 476 persone  -  Visualizzazioni: 762

Due tra le star di Hollywood (quasi coetanee) più famose, amate, sexy e pagate approdano al cinema in contemporanea (nella sale italiane da venerdì 27 gennaio) con i loro attesissimi nuovi film. Tom Cruise (49 anni) con il quarto capitolo, diretto da Brad Bird, della saga di “Mission. Impossibile”, l’action movie ispirato all’omonimo telefilm cult degli anni Sessanta-Settanta (creato da Bruce Geller) e Brad Pitt (48 anni) con “L’arte di vincere”, la nuova pellicola di Bennett Miller, tratta da una storia vera e ambientata nel mondo del baseball.

TOM CRUISE PER LA QUARTA VOLTA NEI PANNI DELL’AGENTE “ESTREMO” ETHAN HUNT. Per la quarta volta in quindici anni Tom Cruise interpreta l’affascinante ruolo dell’impavido Ethan Hunt, l’atletico e spericolato agente della IMF (Impossibile Mission Force), una speciale sezione segreta della CIA. Dopo “Mission: Impossibile” di Brian De Palma (1996), “Mission: Impossibile II” di John Woo (2000) e “Mission: Impossibile III” di J.J.Abrams (2006), è la volta di “Mission: Impossibile – Protocollo fantasma”, diretto dal regista statunitense Brad Bird, specializzato nei film di animazione e vincitore di due premi Oscar per le pellicole della Disney Pixar, “Gli incredibili” e “Ratatouille”.


Ethan Hunt nel nuovo episodio, in un cocktail di adrenalina, azione, suspence e scene altamente spettacolari, deve dimostrare, senza la copertura dell’agenzia (procedura del “Protocollo fantasma”), la propria estraneità ad un attentato terroristico che ha distrutto il Cremino cercando i veri colpevoli e sventando una guerra nucleare. Al fianco di Hunt agiscono il tecnico di laboratorio Benji Dunn (Simon Pegg, già presente nel terzo capitolo della saga), la matricola Jane Carter (Paula Patton) e il collega William Brandt (Jeremy Renner). Tra i nemici spicca l’ambigua, pericolosa e affascinante Sabine Moreau (l’attrice francese Léa Seydoux). Nel cast figurano, tra gli altri, Ving Rhames (in un cameo) nei panni del fidato compagno d’avventura Luther Stickell (l'unico personaggio, oltre a Hunt, presente in tutti e quattro i film della saga) e Michelle Monaghan (in un cameo) nelle vesti di Julia, la fidanzata di Ethan protagonista del terzo capitolo della saga.

Il quarto capitolo di “Mission: Impossibile” è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi poco prima di Natale (il 16 dicembre) e in un mese ha incassato 186 milioni di dollari.

BRAD PITT GENIALE GENERAL MANAGER DI BASEBALL. Tratto dal romanzo “Moneyball: The art of winning an unfair” dell’affermato scrittore e giornalista statunitense Micheal Lewis (autore di “The blind side”, da cui l’omonimo film sul football americano che è valso l’Oscar a Sandra Bullock), la seconda pellicola del regista americano Bennett Miller è basata sulla storia vera del general manager di baseball Billy Beane, interpretato in maniera magistrale, con tutte le sue ossessioni e le sue superstizioni, da Brad Pitt.

Con una carriera alle spalle da ex giocatore della Major League decisamente inferiore alle attese e alle sue potenzialità, Billy Beane diventa General Manager degli Oakland Athletics e si prende da dirigente le rivincite che non era riuscito a raggiungere sul campo. Grazie all’aiuto del giovane laureato in economia Peter Brand (Jonah Hill), Beane, nel tentativo di ottenere il massimo risultato con i minimi sforzi finanziari, escogita un geniale e innovativo metodo per scegliere i giocatori, basato sulle percentuali e sulle statistiche e non sui nomi di grido e sulle star più pagate. Dopo aver superato le diffidenze iniziali dei suoi collaboratori e degli addetti ai lavori, Beane lancerà in orbita gli Oakland e otterrà fama e prestigio personali. Nel cast, tra gli altri, anche il premio Oscar (per “Truman Capote”, diretto proprio da Bennett Miller) Philip Seymour Hoffman nei panni dello scettico coach degli Oakland, Art Howe.

Negli Stati Uniti “L’arte di vincere – Moneyball” è uscito il 23 settembre scorso e ha incassato complessivamente 75 milioni di dollari.

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Tom Cruise E Brad Pitt Al Cinema Con ' Mission: Impossible 4' E ' L'arte Di Vincere'
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione