Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Vodka Lemon Nella Fredda Armenia


4 settembre 2011 ore 14:20   di ladycri  
Categoria Cinema TV e Musica  -  Letto da 339 persone  -  Visualizzazioni: 629

Vodka Lemon (2003) è uno di quei film schietti e sinceri che ti scaldano il cuore, nonostante il paesaggio sommerso dalla neve della steppa armena in cui è ambientato. Il regista Hiner Saleem è costretto a lasciare la sua Iraq all’età d 17anni. Arriverà poi in Italia dove continua i suoi studi per poi spostarsi in Francia, dove tutt’ora vive. L’Armenia post-comunismo russo fattaci vedere da questo film è fredda, cruda, ma quasi favolistica, con qualche soggetto quasi ironico, nonostante lo scenario brullo e decadente, di povertà assoluta. La gente aspettano il disgelo e tempi migliori in cui si può passeggiare senza il rischio di morire assiderati.

Hamo è un vedovo ridotto in povertà, gentile e quasi di un certo charme con i suoi capelli bianco neve. Va a trovare tutti i giorni la moglie e comunica con la foto attaccata alla lapide, riportandogli le lettere del figlio emigrato a cercar fortuna a Parigi e mostra il suo rammarico a vendere l’armadio di casa. ” Compra o vende? ” la gente per la strada chiede ad Hamo: si baratta e ci si carica mobili sulla schiena per andare a venderli giù in paese. Si fa quel che si può.


Con un altro figlio a carico, un alcolizzato che vuole piazzare la giovane e bella figliola, Hamo, su quello stesso bus che tutte le mattine lo porta al camposanto, si accorge di Nina, una bella signora, anche lei vedova, con una figlia che fa la prostituta. Nina lavora a una baracca chiamata Vodka Lemon in cui si beve appunto solo Vodka Lemon. “ Perché si chiama Vodka Lemon se sa di mandorla?” chiede il figlio di Hamo. “Siamo in Armenia” risponde Nina.

Il film inizia con un letto che corre sulla neve e si chiude con un pianoforte che scivola sulla strada. Quel pianoforte della figlia di Nina che doveva esser venduto e che invece i dolci e timidi Hamo e Nina si mettono a suonare insieme per strada, nonostante il gelo, la fame, nonostante tutto, cantano e provano a volersi bene. Sono poveri, ma sereni. La rinascita al di là del declino.

Articolo scritto da ladycri - Vota questo autore su Facebook:
ladycri, autore dell'articolo Vodka Lemon Nella Fredda Armenia
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Cinema TV e Musica
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione