Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Alcuni Consigli Per Osservare Il Cielo


3 agosto 2011 ore 00:12   di xonya  
Categoria Guide Manuali e How To  -  Letto da 976 persone  -  Visualizzazioni: 2298

L'astronomia è una scienza tra le più affascinanti e le più antiche. Poiché non serve essere astronomi professionisti per poter ammirare le bellezze del cielo stellato sono molti coloro che decidono di dedicare qualche notte all'osservazione del cielo.

Molti appassionati alle prime armi si tuffano a capofitto nell'acquisto di piccoli telescopi senza sapere nemmeno cosa osservare. Questo è il modo peggiore di accostarsi all'astronomia perché spesso si finisce col rimanere delusi dalle prestazioni dello strumento.


Le immagini astronomiche che siamo abituati a vedere provengono per lo più da grandi telescopi gestiti da agenzie quali la NASA e l'ESA. Queste fotografie ci mostrano nebulose coloratissime e galassie ricche di dettagli. Gli stessi oggetti osservati attraverso un piccolo telescopio si presentano estremamente diversi. Che si tratti di una galassia o di una nebulosa essenzialmente vedrete un batuffolo di luce bianco immerso tra le stelle. Fotografando l'oggetto con lo stesso telescopio il suo aspetto cambia drasticamente. Nell'immagine seguente potete vedere la galassia di Andromeda vista con un telescopio amatoriale. L'immagine a sinistra è un disegno che mostra la galassia vista all'oculare del telescopio, quella a destra è una foto realizzata con lo stesso strumento.

Alcuni Consigli Per Osservare Il Cielo

Il motivo di tanta differenza è che le foto astronomiche sono fotografie a lunga esposizione, ovvero fotografie nelle quali l'otturatore della macchina fotografica rimane aperto per diversi secondi permettendo al sensore della macchina di raccogliere molta più luce rispetto a quanto avviene in una foto tradizionale con tempi di esposizione di frazioni di secondo.
Inoltre, in genere, le foto di questo tipo non sono il risultato di un unico scatto, bensì derivano da un'elaborazione effettuata al computer da programmi specifici che sono in grado di sommare più foto per ottenerne una unica, molto più luminosa e dettagliata. Ad esempio la foto a sinistra è il risultato della somma di 19 pose da 5 secondi ciascuna.
Chiaramente realizzare una foto del genere richiede una certa esperienza, nonché un'ottima macchina fotografica e un telescopio motorizzato, il quale consente di tener centrato l'oggetto da fotografare mentre la Terra ruota, movimento che inizia a farsi sentire agli ingrandimenti a cui lavora un telescopio. Senza questi motori la foto risulterebbe mossa.

Un'altra differenza sostanziale tra le fotografie e l'osservazione visuale è il colore. Ad esempio la bellissima Nebulosa di Orione nelle foto è visibilmente rosa, mentre visivamente la si vede bianca. Il motivo principale di questo fatto è dovuto alle cellule che compongono la nostra retina che si suddividono in coni e bastoncelli. I primi sono responsabili del colore ma funzionano solo con luci relativamente intense, mentre i secondi sono più sensibili ma non vedono bene i colori. Siccome le luci delle galassie e delle nebulose sono piuttosto deboli le vediamo sempre in bianco e nero.

Tutto questo non vuole servire a scoraggiarvi dall'acquistare un telescopio ma a farvi capire cosa potete effettivamente vedere. Un puntino luminoso è comunque affascinante se si pensa che è distante migliaia se non addirittura milioni di anni luce.

Prima di utilizzare un telescopio è necessario imparare ad osservare il cielo ad occhio nudo.
Fondamentale è saper riconoscere le costellazioni principali, prima fra tutte l'Orsa Maggiore, che permette di trovare agevolmente la stella polare, la quale non è affatto tra le stelle più luminose come pensano in molti! Per farlo basta riconoscere la parte dell'Orsa Maggiore nota come Grande Carro (in azzurro nella foto seguente), prendere le ultime due stelle e proseguire in linea retta.

Alcuni Consigli Per Osservare Il Cielo
Per imparare le costellazioni possiamo farci aiutare da appositi programmi che ci indicano anche i principali oggetti osservabili. Molto gettonato per i neofiti è il gratuito Stellarium.

Il tipo di telescopio va acquistato in base a quello che si desidera osservare. In genere si consigliano telescopi rifrattori (a lenti) a chi desidera osservare principalmente Luna e pianeti, e telescopi riflettori (a specchi) a chi vuole osservare per lo più nebulose e galassie. Gli oggetti da osservare dipendono anche dal luogo di osservazione. Se vivete in città e non potete spostarvi in luoghi più bui difficilmente potrete vedere delle galassie a causa dell'inquinamento luminoso prodotto dalle luci cittadine. In tal caso vi conviene orientarvi sui pianeti, molto più facili da vedere.

Il primo oggetto che si osserva di solito è la Luna, facile da puntare e molto bella da vedere in quanto si riescono ad apprezzare in dettaglio molti crateri.
Anche i pianeti possono dare molte soddisfazioni. Il più facile da osservare è senz'altro Giove, che mostra le bande principali (questa volta a colori!), la Grande Macchia Rossa e i principali satelliti. Segue Saturno con i suoi anelli, Marte, che mostra le calotte polari e qualche dettaglio superficiale, e infine Venere, del quale si può osservare la fase (proprio come le fasi lunari) ma non la superficie, nascosta dalla densa atmosfera.
Gli oggetti del cielo profondo sono le nebulose, le galassie e gli ammassi stellari. Questi ultimi sono zone nelle quali sono presenti moltissime stelle, generalmente formatesi tutte assieme. Si suddividono in ammassi aperti, dove le stelle sono relativamente distanti tra loro, e ammassi globulari, nelle quali sono estremamente vicine. L'ammasso aperto più conosciuto è sicuramente quello delle Pleiadi, mentre uno dei più bei ammassi globulari è M 13 nella costellazione di Ercole, che contiene diverse centinaia di migliaia di stelle.

Insomma, il cielo è ricco di cose da ammirare. Sta a voi scegliere da dove cominciare.

Articolo scritto da xonya - Vota questo autore su Facebook:
xonya, autore dell'articolo Alcuni Consigli Per Osservare Il Cielo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Guide Manuali e How To
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione